Vincitori dell’Edizione 2022 del concorso “Moonwalk e la (sostenibile) leggerezza dell’essere”. Premiato Gabriele Salvatores

Sono stati svelati ieri sera, nel corso della cerimonia di premiazione al cinema Il Piccolo, i vincitori di questa edizione 2022 del Matiff – Matera International Film Festival del concorso “Moonwalk e la (sostenibile) leggerezza dell’essere”. Per la sezione Documentari, due ex-aequo: “Veil” di Irene Felici e “La Lixeira (THE DUMP) – The invisible’s dignity” di Guido Galante ed Antonio Notarangelo. Per la categoria Lungometraggi, “Guthlee Ladoo” di Ishrat R. Khan e Menzioni speciali a “Sweet Disaster” di Laura Lehmus e “Jim Button and the wild 13” di Dennis Gansel. Il podio nella categoria Animation è andato a Maurizio Forestieri con il suo “La Custodia”, menzioni speciali per “Steps” di Marina e Tatiana Moshkova, “The Sprayer” di Farnoosh Abedi e “Shakespeare for all ages” di Hannes Rall. Per la Sezione Spot, vince “La cattiva novella – trilogia di Mirkoeilcane” di Fulvio Risuleo, menzioni speciali a “Moonwalk Space for imagination” di Brice Blanloeil e Jean-Sébastien Duinjdam e “To exist” di Marina Fastoso. A vincere per la Sezione Cortometraggi è Dino Lopardo con “Vecchio Regista”, menzioni speciali a “Giovanni” di Marco Di Gerlando e Ludovica Gibelli, “He is dead now” di Tarek El Sherbeny, “L’ultimo stop” di Massimo Ivan Falsetta, “Vecchio” di Dino Lopardo e “The sands of time” di James Hughes. Il premio come miglior attore è andato a Leo Gullotta per la sua interpretazione in “Vecchio”.
Una serata ricca di emozioni e colpi di scena, con l’assegnazione del premio alla carriera “Luchino Vusconti” al regista Premio Oscar Gabriele Salvatores che, nonostante l’assenza fisica dovuta ad impegni professionali che lo hanno trattenuto a Milano, ha saputo far arrivare il suo messaggio nel corso della cerimonia dicendosi «Contento per il premio e per Matera, una città che amo particolarmente». Un premio che il Matiff ha conferito a un regista «da sempre colto e sempre elegante, che ha saputo innovare il cinema italiano dando vita, negli anni ‘80, a una vera e propria nouvelle vague nazionale», come dichiarato nelle motivazioni.
La serata finale di questa edizione del Festival si è dunque conclusa con emozioni potenti che hanno segnato le cinque giornate tra film, talk con registi, attori e produttori, sonorizzazioni, il gemellaggio con il progetto del Poliba “Space Architecture” e tanto altro. Un grande successo di pubblico per le proiezioni dei film in concorso e di quelli fuori concorso, e per gli special event serali che hanno saputo coniugare musica, cinema, sperimentazione. I tre capisaldi del Matiff che si radica nella città di Matera ma volge lo sguardo al cielo: dopo il Pianeta Rosso dell’edizione 2022 “Ulisse su Marte” e quella di quest’anno rivolta alla Luna con “Moonwalk e la (sostenibile) leggerezza dell’essere”, il Matiff vi dà appuntamento all’anno prossimo per un nuovo viaggio nello spazio.

Il Matiff – Matera International Film Festival è realizzato dall’Associazione culturale Matiff. I partner di questa edizione 2022 sono AIR3 – Associazione Italiana Registi, Cineclub Vittorio De Sica – Cinit, Race for the Cure – Komen Italia.
Media Partner: RVM Broadcast S.r.l., Trm, L’Edicola del Sud, BasilicataMedia, SassiLive.
Sponsor Ufficiali: Riva dei Ginepri, Applica Software House.

Post correlati