“A Policoro si convochi consiglio comunale urgente per dire No al deposito nucleare in Basilicata”

pino_call

“Con il via libera del governo Conte alla pubblicazione della carta nazionale delle aree potenzialmente adatte ad ospitare il deposito nazionale delle scorie nucleari (Cnapi) predisposta dalla Sogin, si materializza a distanza di 17 anni dal lontano 2003 lo spettro dell’ennesimo atto di spoliazione ai danni della nostra comunità regionale. Indicata tra le regioni aventi i requisiti per l’ allocazione con l’ indicazione dei comuni di Bernalda, Montalbano jonico, Irsina, Montescaglioso, Oppido Lucano e Genzano ( per la messa in sicurezza di ben 90000 metri cubi di materiale radioattivo) la nostra terra vede mortificate le sue vocazioni agricola e turistica da un governo inadeguato”.

Lo scrive il segretario cittadino di Fratelli d’Italia di Policoro Giuseppe Callà.

“Fratelli d’ Italia Policoro – prosegue Callà – esprime con forza la sua ferma opposizione a siffatta ipotesi, pronta nei prossimi giorni a mobilitarsi a difesa di un territorio che ha nel turismo, nell’agricoltura e nella bellezza dei suoi paesaggi gli assi portanti.

Il Presidente del consiglio comunale Mitidieri e il Sindaco Mascia facciano proprie le preoccupazioni dei lucani convocando un consiglio comunale urgente che in maniera formale esprima il fermo diniego dell’amministrazione comunale all’allocazione del sito unico in Basilicata”.

Post correlati