Al cinema di Policoro la rassegna estiva “Movies Event”

10342424_818137021539195_5299701715329715085_n

Gli amanti del grande schermo, in crisi di astinenza,  potranno tirare un sospiro di sollievo poiché il Cinema Hollywood di Policoro, con il patrocinio della Lucana Film Commission, presenta “Movies Event”, la rassegna cinematografica estiv che si svolgerà presso la sala del Cinama Hollywood dal 3 al 9 Agosto.

Un calendario ricco di grandi proiezioni e di attese anteprime che accontenterà tutti i gusti, dal fantistico alla commedia.

Il film di animazione “Il Magico Mondo di Oz”, Grace DI Monaco, LA Mafia uccide solo d’estate, e poi le ultime uscite Transformes 4 e Apes Revolution, il Pianeta delle scimmie sono previsti nella settimana del cinema policorese.

Il tutto a prezzi ridotti (4 euro prezzo unico più 1 euro per gli occhiali 3D) e con la frescura di una sala ottimamente climatizzata.

Questi gli appuntamenti in programma a Policoro:

Domenica 03 agosto ore 21,00 “ Il Magico Mondo di Oz”

Lunedì 04 agosto ore 22,00 “Grace Di Monaco”

Martedì 5 agosto ore 22,00 “La mafia uccide solo d’estate”

Mercoledì 6  e giovedì  7 agosto 22,00   “Transformers 4”

Venerdì 8 e domenica 9 agosto ore 22,00 “Apes Revolution – Il pianeta delle scimmie”.

Le trame (da Mymovies.it)

Il Magico Mondo di Oz: Dorothy Gale ha appena il tempo di aprire gli occhi e felicitarsi per essere tornata sana e salva nella fattoria di zia Emma e zio Henry, nel Kansas, quando un tipo losco si presenta alla loro porta per dichiarare la casa inagibile, causa tornado, e intimare loro di andarsene entro sera. Mentre cerca un modo per opporsi all’ingiustizia di quella situazione, Dorothy viene però letteralmente rapita da un arcobaleno, che la riporta nel magico mondo di Oz. I suoi amici Spaventapasseri, Leone e Uomo di latta sono in pericolo e con loro tutta la città di Smeraldo, minacciata da un Giullare malvagio, impossessatosi del bastone magico che fu della terribile Strega dell’Ovest. Neppure Glinda può fare qualcosa questa volta: Dorothy è l’unica speranza rimasta ad Oz di poter tornare ad essere la terra incantata di prima.

Grace di Monaco: La magia del set, i complimenti della troupe, l’ultimo ciak. È il 1956, Grace Kelly lascia l’America e lo studio dove ha finito di girare “High Society” per entrare davvero nell’alta società e in un altro mondo, sposando il principe Ranieri e ritirandosi a Monaco. Sei anni dopo, la favola deve fare i conti con la realtà di un matrimonio messo in crisi dagli impegni del principe, che allontanano sempre più i due coniugi, oltre che con la crisi del Principato stesso, minacciato di annessione dalla Francia di De Gaulle, in cerca di soldi rapidi per far fronte alle spese in Algeria. In questo delicato frangente, arriva, intrigante e sorniona come chi la porge, la proposta di Hitchcock riportare Grace a Hollywood e farne la protagonista di “Marnie”. Nella terra che è simbolo di libertà, la principessa venuta da Filadelfia è costretta suo malgrado a scegliere, tra il richiamo dell’arte e della passione, da una parte, e quello della famiglia e della politica, dall’altra.

La mafia uccide solo d’estate: Arturo ha pochi anni e un segreto romantico che condivide con Rocco Chinnici, giudice e vicino di Flora, la bambina che gli ha incendiato il cuore. Nato a Palermo, Arturo è stato concepito il giorno in cui Totò Riina, Bernardo Provenzano, Calogero Bagarella e altri due uomini della famiglia Badalamenti, uccisero Michele Cavataio vestiti da militari della Guardia di Finanza. Da quel momento e da che si ricordi la sua vita, spesa a Palermo, è stata allacciata alla Mafia e segnata dai suoi efferati delitti. Cresciuto in una famiglia passiva, in una città ‘muta’ e tra cittadini incuranti dei crimini che abbattono i suoi eroi in guerra contro la Mafia, Arturo prova da solo a produrre un profilo e un senso a quegli uomini contro e gentili che gli offrono un iris alla ricotta (il commissario Boris Giuliano) o gli concedono un’intervista (il Generale Dalla Chiesa). L’unico che proprio non riesce a incontrare, ma di cui ritaglia e colleziona foto dai giornali, è il premier Giulio Andreotti, che da una trasmissione televisiva gli impartisce un’ideale lezione sentimentale da applicare al cuore della piccola Flora. Gli anni passano, la Mafia cresce in arroganza e crudeltà e i paladini della giustizia vengono falciati, sparati, esplosi. Soltanto Arturo rimane uguale a se stesso, ossequiante e ‘svenduto’ in una televisione locale e nella campagna elettorale di Salvo Lima. Ma la morte di Giovanni Falcone e quella di Paolo Borsellino lo risveglieranno da un sonno atavico e dentro una città finalmente cosciente.

Transformers 4: Cinque anni dopo i disastrosi eventi che hanno devastato Chicago, trasformandola in un campo di battaglia, la CIA ha segretamente deciso di mettere fine alla presenza dei Transformers sul suolo terrestre. Persino il leader degli Autobot, Optimus Prime, è costretto a nascondersi, almeno finché Cade Yeager, un inventore temerario ma sfortunato, finisce per ritrovarlo accidentalmente.

Apes Revolution: Il film è ambientato quindici anni dopo gli eventi del primo episodio ed è incentrato su un gruppo di scienziati che stanno cercando di sopravvivere a San Francisco, mentre Caesar  cerca di mantenere il controllo sul regno delle scimmie, ormai geneticamente evolute. Le scimmie sono minacciate da un gruppo di umani sopravvissuti al virus devastante rilasciato una decade prima. Dopo aver raggiunto una pace precaria ed effimera, la guerra tra le due fazioni si riaccende, in modo da determinare quale sia la vera specie dominante della Terra.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*