Siglato il protocollo d’intesa “Area Arco Ionico Lucano”

Basilicata._Anti_4b681b91bcd03

Presso il Dipartimento Ambiente della Regione Basilicata, è stato sottoscritto il Protocollo d’Intesa “Area Dell’Arco Ionico Lucano”, fra Regione Basilicata, Dipartimento Ambiente e Territorio Infrastrutture, Opere Pubbliche e Trasporti – Ufficio Parchi, Biodiversità e Tutela della Natura; Provincia di Matera, ed i Comuni dell’arco ionico Lucano (Nova Siri, Rotondella, Policoro, Scanzano, Pisticci e Bernalda).

Il protocollo d’Intesa, previsto nella DGR n. 923/2014, è orientato alla tutela e alla conservazione dell’area della costa ionica lucana e allo sviluppo di una cultura della sostenibilità e fruibilità ambientale, in grado di indirizzare le attività in essere sul territorio di riferimento con azioni innovative  finalizzate anche all’inserimento della biodiversità nei processi economici e d’impresa.

Il tratto della costa ionica in oggetto, è interessato da cinque siti d’interesse Comunitario, che afferiscono a Rete Natura 2000, in particolare due sul tratto di costa che interessa il Comune di Pisticci: Costa Ionica Foce Basento (IT9220085) e Costa Ionica Foce Cavone (IT9220095).

Rispetto alla conservazione e alla tutela di questi siti la Regione Basilicata ha prodotto un Piano di Gestione (P.d.G.), in cui sono previsti sette obiettivi principali: Ob.1 Riqualificazione e ripristino dell’integrità ecologica degli habitat presenti nell’area; Ob.2 Gestione e Mitigazione degli impatti; Ob.3 Tutela e conservazione degli ecosistemi marini; Ob.4 Fruizione consapevole eco-sostenibile delle aree naturali; Ob.5 Promozione di modelli socio-economici compatibili e sostenibili; Ob.6 Definizione Rete Ecologica di Basilicata finalizzata alla tutela della biodiversità; Ob.7 Assicurare forme sostenibili delle attività di pesca e di acquacoltura in mare.

La durata del protocollo è di sette anni. Per la parte finanziaria sono previsti progetti specifici finalizzati allo sviluppo del territorio, a valere su fondi Nazionali ed Europei (FEASR, FESR, LIFE+FEP).

Il protocollo è stato fortemente voluto, da tutti Comuni che si affacciano sul litorale Ionico, per creare tutti i presupposti per una corretta tutela, gestione e fruizione, di spazi di inestimabile pregio ambientale, quotidianamente compromessi da una forte antropizzazione. Alla sensibilità della Provincia e dei Comuni a fatto sponda la piena disponibilità dell’Assessore regionale Aldo Berlinguer che prontamente, con i suoi uffici, ha dato seguito a tutti gli atti necessari alla redazione e alla sottoscrizione di un accordo che definisce importanti obiettivi per la salvaguardia del tratto di costa interessato.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*