Siglato il protocollo d’intesa “Area Arco Ionico Lucano”

Basilicata._Anti_4b681b91bcd03

Presso il Dipartimento Ambiente della Regione Basilicata, è stato sottoscritto il Protocollo d’Intesa “Area Dell’Arco Ionico Lucano”, fra Regione Basilicata, Dipartimento Ambiente e Territorio Infrastrutture, Opere Pubbliche e Trasporti – Ufficio Parchi, Biodiversità e Tutela della Natura; Provincia di Matera, ed i Comuni dell’arco ionico Lucano (Nova Siri, Rotondella, Policoro, Scanzano, Pisticci e Bernalda).

Il protocollo d’Intesa, previsto nella DGR n. 923/2014, è orientato alla tutela e alla conservazione dell’area della costa ionica lucana e allo sviluppo di una cultura della sostenibilità e fruibilità ambientale, in grado di indirizzare le attività in essere sul territorio di riferimento con azioni innovative  finalizzate anche all’inserimento della biodiversità nei processi economici e d’impresa.

Il tratto della costa ionica in oggetto, è interessato da cinque siti d’interesse Comunitario, che afferiscono a Rete Natura 2000, in particolare due sul tratto di costa che interessa il Comune di Pisticci: Costa Ionica Foce Basento (IT9220085) e Costa Ionica Foce Cavone (IT9220095).

Rispetto alla conservazione e alla tutela di questi siti la Regione Basilicata ha prodotto un Piano di Gestione (P.d.G.), in cui sono previsti sette obiettivi principali: Ob.1 Riqualificazione e ripristino dell’integrità ecologica degli habitat presenti nell’area; Ob.2 Gestione e Mitigazione degli impatti; Ob.3 Tutela e conservazione degli ecosistemi marini; Ob.4 Fruizione consapevole eco-sostenibile delle aree naturali; Ob.5 Promozione di modelli socio-economici compatibili e sostenibili; Ob.6 Definizione Rete Ecologica di Basilicata finalizzata alla tutela della biodiversità; Ob.7 Assicurare forme sostenibili delle attività di pesca e di acquacoltura in mare.

La durata del protocollo è di sette anni. Per la parte finanziaria sono previsti progetti specifici finalizzati allo sviluppo del territorio, a valere su fondi Nazionali ed Europei (FEASR, FESR, LIFE+FEP).

Il protocollo è stato fortemente voluto, da tutti Comuni che si affacciano sul litorale Ionico, per creare tutti i presupposti per una corretta tutela, gestione e fruizione, di spazi di inestimabile pregio ambientale, quotidianamente compromessi da una forte antropizzazione. Alla sensibilità della Provincia e dei Comuni a fatto sponda la piena disponibilità dell’Assessore regionale Aldo Berlinguer che prontamente, con i suoi uffici, ha dato seguito a tutti gli atti necessari alla redazione e alla sottoscrizione di un accordo che definisce importanti obiettivi per la salvaguardia del tratto di costa interessato.

Post correlati

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*