Regione Basilicata sotto la lente di ingrandimento

E’ iniziato il lavoro certosino della Guardia di Finanza e dei carabinieri che venerdì  Su iniziativa della Procura di Potenza i militari hanno portato con se rendiconti e fatture delle spese di segreteria e rappresentanza dei consiglieri, quelle di funzionamento dei gruppi, e delibere di assegnazione dell’indennità “casa-lavoro” per i residenti fuori Potenza dei Consiglieri regionali della Basilicata. Tutti i movimenti di chi ci rappresenta quindi sono sotto la lente di ingrandimento della Procura che dovrà stabilire se tutto si è svolto correttamente. Gli anni presi in considerazione sono il 2010, 2011, e 2012 per due indagini quella sui singoli consiglieri – e quella sui gruppi politici. 
Intanto sono grandi le perplessità dei cittadini lucani sulle spese rese note per i viaggi e la ristorazione dei consiglieri regionali. Assessori che per la voce “viaggi” rendicontano dai  15mila euro ai 5mila, per la ristorazione da 25mila euro ai 12mila.  Altra voce di spesa resa nota è quella dei collaboratori esterni dei diversi assessori, che costano alle casse regionali dai 30mila euro ai 19mila euro. Cifre che hanno fatto indignare tantissimi cittadini lucani che espongono i propri malumori sui diversi social network dedicati a questo tema.



Post correlati

2 Commenti

  1. PENSAVO ALLE TANTE FAMIGLIE CHE VANNO DAI NOSTRI CONSIGLIERI REGIONALI A SUPPLICARE PER UN LAVORO E CHE INVECE CON CIO’ CHE SPENDONO PER LE SOLE SPESE DI RISTORAZIONE ,VIAGGI E TELEFONO ,I 40 CONSIGLIERI AVREBBERO POTUTO DARE LAVORO A 40 FAMIGLIE ,IL CHE NON E’ POCO .

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*