Pisticci punta sulla “Rigenerazione Urbana”

LOCANDINA

La Rigenerazione Urbana è il tema centrale del progetto che un gruppo di associazioni di Pisticci intende lanciare nel territorio comunale e che partirà il prossimo Sabato 4 Ottobre in occasione di “Puliamo il Mondo 2014”, storica iniziativa di Legambiente dedicata alla tutela e al decoro dei beni comuni.

Il progetto proseguirà fino all’estate del 2015 e prevede la realizzazione di una serie di azioni che interesseranno in primo luogo il Centro Storico e che coinvolgeranno tutta la cittadinanza. Soltanto stimolando la partecipazione attiva dei cittadini è infatti possibile attivare quel processo di riqualificazione di cui Pisticci e il suo centro storico necessita.

Le attività che cominceranno ad ottobre, e si estenderanno fino alla prossima estate, saranno implementate dai partner del progetto e da quelli che nel tempo si lasceranno coinvolgere.

Sono di base previste azioni di guerrilla gardening, guerrilla art, social games e arredo urbano insieme a “lezioni pratiche” sulle antiche tecniche di intervento per la riqualificazione degli immobili storici.

Si tratta di azioni dirette sul patrimonio edilizio nelle quali coinvolgendo i cittadini, possano dare l’input all’acquisizione di buone pratiche e a politiche di conservazione e valorizzazione.

L’approccio alla base del progetto è duplice: pratico, di volontariato, e tecnico-scientifico, di approfondimento.

Il circolo di Legambiente intende perciò intraprendere, insieme ai tecnici locali e agli uffici preposti (Uff. Tecnico comunale e Soprintendenza), un percorso partecipativo finalizzato alla redazione del “Piano colore comunale”, importantissimo regolamento per garantire il rispetto del Vincolo Paesaggistico cui gran parte del territorio è sottoposto e che più volte si è cercato di attuare anche grazie a progetti di cui associazioni e amministrazioni si sono fatte promotrici.

La proposta, condivisa con l’ufficio Urbanistica del Comune di Pisticci, vuole costruire una sorta di “regolamento per la conservazione e valorizzazione del patrimonio edilizio” che da un lato favorisca e incentivi gli interventi privati di riqualificazione degli edifici e dall’altro consenta di attuare un programma di manutenzione dei beni pubblici.

Per il centro storico anzitutto, occorre intervenire per salvare il caratteristico colore bianco che sta progressivamente scomparendo a favore del grigio. Molte case sono inoltre abbandonate all’incuria, e l’onerosa manutenzione pubblica e privata è ridotta al minimo. Appare dunque quanto mai necessario attuare un processo di rigenerazione fisica ed emotiva che, recuperando il passato e le tradizioni locali, i rapporti umani e la cultura del bello, proietti Pisticci e la sua gente nel futuro.

L’appuntamento è per Sabato 4 Ottobre, presso Via Sterbini – Rione Dirupo alle ore 10:00 per dare inizio al processo di rigenerazione urbana le cui evoluzioni saranno affidate ai partecipanti, ai cittadini, agli studenti delle scuole, alle associazioni.

Insieme ai “maestri muratori” apprenderemo e applicheremo l’antica tecnica della tinteggiatura bianca a calce e ne scopriremo i vantaggi.

Partners: Comune di Pisticci, Istituto Polivalente Pisticci, Associazioni Allelammie, Avis Pisticci, Lucana Mente LAB, Studio Oikos, Progetto P-Stories, Progetto UrbanLFF.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*