Coronavirus: chiusi gli stabilimenti Fiat in Europa, caso positivo a Melfi

Scritto da Emmenews on . Postato in Cronaca

fiat-melfi1

Gli stabilimenti Fca e Maserati in Europa sospenderanno temporaneamente la produzione nella maggior parte dei loro stabilimenti produttivi fino al 27 marzo.

La decisione rientra tra le misure in risposta all’emergenza Coronavirus.

Chiuderanno in Italia Melfi, Pomigliano, Cassino, le carrozzerie di Mirafiori, Grugliasco e Modena; all’estero le fabbriche di Kragujevac in Serbia e Yychy in Polonia.

E proprio a Melfi risulta positivo al coronavirus un operaio barese che lavora nello stabilimento di Melfi ed opera nel settore del montaggio.

 Il segretario generale della Fim Cisl Basilicata Gerardo Evangelista condivide la scelta del gruppo Fca di fermare tutti gli stabilimenti europei fino al 27 marzo e quello di Melfi fino alle 6 di lunedì 30 marzo.
“Sta prevalendo il buon senso sorretto da valide ragioni scientifiche” ha detto il sindacalista al termine della riunione in video conferenza tra il comitato esecutivo delle Rsa e la direzione dello stabilimento di Melfi nel corso della quale l’azienda – stando a fondi sindacali – ha comunicato anche una flessione degli ordini per effetto del coronavirus.
“Il prolungamento del calendario delle fermate comunicato nei giorni scorsi dall’azienda anche per lo stabilimento di Melfi sta nella logica dei fatti e va nella direzione delle misure di contenimento del contagio adottate dal governo. L’aumento degli ammalati ci porta a fare scelte forti per attenuare o bloccare il diffondersi del virus.

Non ci stancheremo di dire con forza  che oggi serve l’essenziale e che bisogna preservare la salute dei lavoratori per poter ripartire subito domani. In questa fase le ragioni della scienza e della salute devono prevalere. Uniti ce la faremo”, ha concluso il segretario della Fim.

Commenti

Questo articolo è stato letto 181volte!

Tags: , , , , , ,

Servizi

Media

WEB TV

Network

Supporto