Calcio a 5: semifinale di andata di Coppa Batta amara per il Bernalda Futsal

 

Gagliardi Pz-Bernalda

Un Gagliardi Potenza cinico e spietato supera un Bernalda Futsal bello a metà e sfortunato 3-2 e si porta in vantaggio nella corsa per la finale di Coppa Batta.

Non è stato semplice per i potentini avere la meglio sui rossoblù: tante le azioni pericolose costruite dagli uomini di Masiello che si mangiano le mani per l’occasione sprecata.

Non è bastata una prima frazione su livelli altissimi al Bernalda Futsal per superare l’ostacolo Gagliardi: nella ripresa, infatti, la squadra di mister Pronesti, sfruttando la panchina lunga, si è giovata della miglior condizione fisica per rimontare e fare suo il match.

Da segnalare la prova incolore del direttore di gara, autore di errori clamorosi su entrambi i fronti.

Il match si apre con il Bernalda Futsal subito pericoloso con Margarita, ma sulla prima azione è bravo Pirrone a bloccare a terra la sfera, mentre poco dopo il numero 10 jonico, dopo aver saltato in banda il portiere, calcia in porta, ma trova solo l’esterno della rete.

Al 5′ Gallitelli potrebbe realizzare un gol da cineteca, ma il suo tiro al volo si perde di poco oltre la traversa. Il Gagliardi si fa vedere in attacco con la bella giocata di Uva, ma Carella si oppone in uscita; sulla respinta si avventa Sambataro che spedisce il pallone a lato.

La partita è vibrante e al 10′ un liscio difensivo di Sambataro spiana la strada a Margarita, ma Pirrone è fuori dai pali e riesce a murare l’avanti bernaldese. Ancora pericoloso un minuto dopo il Bernalda con Fusco che non trova la porta da ghiottissima posizione.

Poco dopo Carella si oppone senza patemi ai tiri di Trivigno ed Ostuni, mentre più clamorosa è l’occasione capitata al minuto 12′ ai biancoverdi: il missile di Trivigno da fuori area incoccia sulla traversa e torna sul parquet. La prima reale occasione da gol dei potentini motiva gli ospiti che sbloccano il risultato al 15′: errore clamoroso della retroguardia avversaria, la palla finisce sui piedi di Gallitelli che non può far altro che depositare in rete il pallone per il gol del vantaggio.

Il Bernalda Futsal, sulle ali dell’entusiasmo, potrebbe raddoppiare, ma Pirrone si oppone in uscita al lanciatissimo Sarubbi, mentre l’estremo difensore di casa deve superarsi poco dopo sul velenoso tiro di Margarita sugli sviluppi di uno schema da calcio d’angolo.

Al 22′ Gallitelli sfiora la doppietta, ma Pirrone mura in uscita il giocatore ospite e salva i suoi. Il raddoppio arriva meritato al 25′: grande contropiede di Gallitelli che, in diagonale, trova sul secondo palo Margarita che insacca con un comodo tap-in. In pieno recupero la grande occasione per riaprire il match capita sui piedi di Ostuni che trova sulla sua strada l’attento Carella, bravo a smanacciare. Il secondo tempo si apre con un Gagliardi motivato a riaprire le sorti dell’incontro, mentre il quintetto di Masiello, a corto di uomini, inizia ad avere difficoltà nel dare continuità al gioco offerto nella prima frazione. Dopo pochi secondi è Caruso ad intercettare sulla linea di porta il tiro di Sambataro a botta sicura, mentre lo stesso numero 9 si ripete pochi attimi dopo, ma la sua conclusione da fuori è imprecisa.

Al 4′ Pirrone è fortunato perché la conclusione di Margarita in piena area di rigore viene deviata in corner da un suo compagno. Il gol che apre la rimonta biancoverde porta la firma di Palese che devia fortunatamente in rete il tiro di Sambataro destinato ad uscire fuori dal campo. La marcatura potentina non tramortisce gli ospiti che sfiorano il gol in numerose occasioni, ma Pirrone e la malasorte costituiscono un muro insormontabile per Buono e compagni.

Al 6′ Caruso, ad un passo dalla linea di porta, calcia alto il pallone frutto della deviazione di Pirrone sul tiro precedente di Margarita. Passa un minuto e Gallitelli manca l’appuntamento con il pallone ottimamente posizionato sul secondo palo; il giocatore di Masiello è pericoloso anche con un tiro al volo, ma il pallone si alza di poco oltre il montante.

Le occasioni mancate tengono in vita il Potenza che pareggia al 10′: è sugli sviluppi di un calcio d’angolo che Ostuni impatta superando Carella con un preciso e potente tiro. Il Bernalda Futsal risponde immediatamente con la bella giocata di Sarubbi che, dopo aver stoppato il pallone,calcia alto, meritandosi gli applausi dei pochi spettatori del PalaPergola per il gesto tecnico. Pirrone è provvidenziale in due occasioni: il numero uno biancoverde prima respinge di piede la conclusione indirizzata all’angolino di Fusco, poi, con un’uscita impeccabile, ferma lo stesso giocatore avversario lanciatissimo verso la sua porta.

Al 20′ Carella capitola definitivamente: azione corale efficace dei giocatori di casa che trovano il liberissimo Trivigno sul secondo palo, bravo a rimanere freddo ed insaccare a porta vuota. Il finale è tutto di marca rossoblù con il Bernalda Futsal che trova sulla sua strada un Pirrone sugli scudi che è bravo ad opporsi al tiro al volo di Fusco, mentre l’occasionissima per il pareggio capita sui piedi di Gallitelli, ma è ancora il portiere potentino a negare la gioia del meritato pari con una parata plastica che manda il pallone sulla traversa con la sfera che torna in gioco e finisce sui piedi di Caruso; il capitano calcia verso lo specchio, ma Capece riesce a fermare il pallone prima che oltrepassi la linea di porta. Il Bernalda Futsal inserisce anche il portiere di movimento, ma mancano le forze per creare azioni limpide e alla fine i ragazzi di Masiello non riescono a recuperare lo svantaggio.

I rossoblù affronteranno la seconda semifinale al PalaCampagna il prossimo 18 marzo contro il Real Vietri, ma la strada verso la finale di Coppa Italia è tutta in salita.

 

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*