Calcio a 5: con l’Augusta sconfitta interna per la Libertas Eraclea

Libertas Augusta

Finisce uno a cinque la sfida del Palaercole di Policoro tra Libertas Eraclea e Augusta.

Sono i siciliani ad avere la meglio sul parquet lucano, costruendo la vittoria nel secondo tempo grazie soprattutto all’utilizzo del portiere di movimento e a una maggiore compattezza mostrata in campo.

Ai padroni di casa non basta l’iniziale vantaggio siglato da Zancanaro; molte imprecisioni e qualche errore di troppo hanno segnato l’andamento della gara rossonera.

Ad appena 1’35 dal fischio d’inizio la Libertas trova la via del gol con il suo numero 3, servito da Bassani; l’Augusta non può niente ed è costretta a subire il colpo.

Al 3′ Zancanaro è ancora pericoloso ma questa volta l’estremo difensore siciliano Juninho, ex Avis Borussia Policoro, neutralizza col corpo.

[tubepress video=Lyu1HhFRJms =embeddedWidth=”456″ embeddedHeight=”290″ showRelated=”false” title=”false”]

L’Augusta comincia a prendere le misure agli avversari e al 5′ agguanta il pareggio: Jorginho intercetta il passaggio di Rispoli per Bassani, ruba palla e trafigge Sibilia rimettendo le cose in pari.

Le due squadre si sorvegliano a vicenda: al tiro insidioso di Dartizio replicano i ripetuti tentativi di Scheleski.

Augusta ancora pericolosa al 18′ con il palo centrato da Texeira e fino alla fine del primo tempo con Juninho e ancora Scheleski.

I siciliani sembrano più determinati nella ricerca della vittoria e lo mostrano nella ripresa; la carta del portiere di movimento messa in campo da mister Rinaldi, ruolo ricoperto dallo stesso Juninho, velocizza il gioco, imbrigliando la Libertas in una vera e propria gabbia.

E al 4′ arrivano i risultati sperati: la bomba dalla distanza dell’estremo difensore siciliano centra prima il palo e poi si insacca alle spalle di Sibilia.

Passano pochi minuti e gli ospiti replicano, sempre con la stessa tattica; questa volta ad andare a segno è Jorginho.

Mister Bommino cerca di scuotere i suoi usando anche lui la carta del portiere di movimento; al 12′ è Bassani a cercare di sorprendere tutti dalla distanza, palla parata.

Tre minuti dopo ci prova Zancanaro, Juninho si supera e rinvia in angolo.

La Libertas ci prova ma non trova il varco giusto, quello che invece coglie al 15′ ancora Jorginho, lasciato tutto solo davanti alla porta di Sibilia.

L’Augusta non è ancora sazio e, dopo l’occasione fallita di un soffio al 17′ da Ortisi, sigla il quinto e ultimo gol della giornata poco dopo, con Scheleski che tutto solo, se ne va a trafiggere la porta lasciata vuota dal portiere di movimento.

I siciliani festeggiano così una vittoria fondamentale in vista dell’obiettivo stagionale della salvezza a cui possono guardare con maggiore tranquillità; stesso obiettivo per il quale la Libertas dovrà lavorare ancora.

A fine gara i commenti dei mister Angelo Bommino e Anthony Rinaldi.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*