Calcio a 5: all’Avis Borussia Policoro arriva Cocò Infantino

infantino e suriano

Altro acquisto in casa Avis Borussia Policoro in vista della ormai imminente stagione di serie A2 di calcio a 5.

Una vera e propria scommessa questa volta per la compagine policorese, in quanto arriva per la sua prima esperienza nel calcio a 5 il ventiquattrenne Cosimo Infantino, più comunemente conosciuto come Cocò.

Il giocatore rosetano ha finora sempre giocato nel calcio a 11 disputando ottimi campionati fino alla promozione calabrese tra Roseto, Trebisacce e Rossano nel ruolo di attaccante o trequartista.

Da questa stagione ha deciso di intraprendere questa nuova avventura, lui che il calcio a cinque l’ha conosciuto soltanto nei vari tornei estivi.

La possibilità arriva grazie al mister Rocco Suriano e all’Avis Borussia che il giocatore stesso vuole ringraziare: ”ho scelto l’Avis perchè è stata una delle poche società che ha creduto in me e che mi ha spinto a fare questa scelta, spero di non deludere e di ricambiare la fiducia con belle prestazioni. Anche se la sfida non è delle più semplici ma allo stesso tempo affascinante, non mi spaventa affatto in quanto mi sento portato per il calcio a 5. Nell’Avis posso crescere davvero tanto perchè è una società importante che sta facendo grandi cose da tre anni a questa parte, è per me motivo di orgoglio poter far parte di questo progetto”.

Una scommessa che ha voluto fortemente il mister Rocco Suriano il quale spiega le motivazioni della sua scelta: ”è uno dei giocatori più talentuosi del calcio a 11 e ha un’ottima tecnica di base, credo sia adatto per il calcio a 5 e la sua volontà di voler affrontare questa esperienza ha fatto il resto. Poi sto cercando di fare una squadra fatta di Uomini giocatori e lui lo è. Per quanto riguarda il ruolo penso di utilizzarlo come ala pivot, ha le caratteristiche adatte per farlo”.

Nei prossimi giorni verranno ufficializzati altri acquisti, prima dell’inizio della preparazione atletica che avverrà presumibilmente per il 1 settembre.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*