Bonus idrocarburi: si può fare nuovamente richiesta

Scritto da Emmenews on . Postato in Cronaca

E’ cominciata da qualche giorno fa la seconda fase per la richiesta del Bonus Idrocarburi. 
Quindi tutti coloro che non hanno fatto richiesta nel 2011, qualora in possesso dei requisiti necessari, che ricordiamo sono, la maggiore età, la patente e la residenza in Basilicata al 31/12/2011; tutti i nuovi patentati dal 01/01/2011 al 31/12/2011 possono recarsi presso le poste italiane e fare regolare richiesta del bonus. Ovviamente ai nuovi richiedenti verrà accreditat solo la somma relativa all’anno 2012. 
Le operazioni di accredito della prima tranche relativo al primo periodo dell’iniziativa, con anno di riferimento 2011 sono state portate a termine, e tutti gli utenti che hanno effettuato la richiesta di “Bonus Idrocarburi” nell’anno 2011, riceveranno una lettera personale nella quale verrà comunicato, a secondo dei casi, il proprio status riguardante il bonus. 
Ossia, verrà comunicato loro se il beneficio del bonus sarà confermato anche per l’anno 2012, e accadrà per il 91% dei casi poiché l’incrocio dei dati in possesso di Poste Italiane a seguito della richiesta inoltrata nel 2011 per il rilascio del beneficio, con i dati del Ministero delle infrastrutture e trasporti – Motorizzazione Civile, ha dato esito positivo. 
In questo caso il beneficiario non dovrà recarsi agli Uffici Postali per presentare nuova richiesta.
L’importo del bonus verrà direttamente accreditato sulla carta in possesso nei tempi e nei modi indicati sul sito del Ministero e di Poste Italiane sezione dedicata alla Carta Idrocarburi. 
Non sarà invece confermato il beneficio nei casi in cui l’incrocio dei dati in possesso di Poste Italiane, a seguito della richiesta inoltrata nel 2011, con i dati del Ministero delle infrastrutture non ha dato una completa rispondenza, che corrisponde al 9% delle domande. 
In questo caso il beneficiario per ottenere la tranche del 2012 qualora in possesso dei requisiti alla data del 31/12/2011, dovrà recarsi presso gli Uffici Postali, con la carta in suo possesso, e presentare nuova richiesta con allegata la documentazione prevista, facendo particolare attenzione al corretto inserimento dei dati anagrafici. 
Infine la  richiesta potrebbe non essere è stata accolta se l’incrocio dei dati avrà dato esito negativo. 
Una situazione che riguarda lo 0,03 per cento delle domande giunte. In questo caso si dovrà presentare una nuova richiesta con allegata la documentazione prevista. 
Intanto la seconda tranche del bonus verrà accreditata ai possessori della card ad ottobre.
Commenti

Questo articolo è stato letto 1095volte!

Servizi

Media

WEB TV

Network

Supporto