Sul palco dei Blues in Town le note di Andy Just

and just

Prosegue la sei giorni di Festival internazionale “Blues in Town”, giunto quest’anno alla sua undicesima edizione. Ospite di giovedì 7 agosto, alle ore 23, Andy Just, rappresentante della migliore tradizione dell’armonica blues della West Coast. Conosciuto in Europa ed Australia, famoso per avere introdotto jazz, rock, e altri stili nel suo vasto repertorio e autore di un approccio originale, Andy è protagonista di un’esibizione dalla grande energia e grande varietà, senza mai tradire le proprie radici blues. Open live, dalle 22 con i Dipinto di Blues, band lucana, insieme da circa dieci anni, hanno portato la musica nera nella città dei Sassi con una formula che coniuga la tradizione musicale afroamericana con la genuinità mediterranea dell’interpretazione.

Cresce di giorno in giorno il numero di partecipanti ai seminari musicali gratuiti. Giovani e non solo affollano dalle ore 17 le strutture balneari del lungomare destro per partecipare ad intensi mini laboratori didattici. Dalla chitarra al basso, da canto a clarinetto, sax, batteria e tromba. Speciale master class con Tullio De Piscopo prevista per venerdì 8 agosto. Chiusura ed esibizione live per tutti i partecipanti l’8  agosto, alle ore 22, sul palco del BiT.

Novità assoluta di questa edizione è “Blues in Town Live Painting”, un concorso per la progettazione pittorica del retropalco e futura grafica della prossima edizione. Gli artisti presenteranno questa sera le opere estemporanee realizzate durante la giornata del 6 agosto. Premiazione e gran finale nella serata conclusiva di sabato 9 agosto.

Si conclude con la proiezione di “BB King The life of Riley”, dalle ore 20.30, la rassegna cinematografica “Cinema Blues” . La pellicola di questa sera ripercorre la vita e la carriera di BB King, uno dei più grandi chitarristi di tutti i tempi, attraverso i filmati e le testimonianze di chi ha vissuto da vicino le esperienze più importanti della sua vita. Narrato da Morgan Freeman e con la partecipazione di Bono, Eric Clapton, Ringo  Star, Bruce Wills e del Presidente Obama. Il leggendario BB King si confida aprendo il suo cuore al regista Jon Brewer, raccontando la storia di come un giovane oppresso e in qualche modo orfano sa riuscito ad influenzare l’industria della musica guadagnandosi le lodi e il titolo di “Re del Blues”.

Ancora in programma la mostra “Uno scatto di Blues”, carrellata di immagini della storia del festival. Scatti di piazza, concerti, back stage e artisti realizzati da fan e professionisti che insieme alla produzione grafica di questi undici anni di kermesse ricostruiscono i passi del BiT, dalla nascita ai grandi successi.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*