Entra nel vivo a Marconia il Making Art Festival 2014

FotoMAF2013Pubblico

Dopo l’anteprima del 2 agosto, il Making Art Festival esploderà a Marconia l’8 agosto, dando origine all’universo della sostenibilità locale che ha iniziato a prendere forma sette anni fa, grazie all’enrgia dell’associazione Emanuele 11e72.

I primi frammenti si configureranno in tre appuntamenti paralleli, in programma alle ore 17:00. Nel parco giochi della villa comunale, il festival si proporrà ai più piccoli con l’inusuale caccia al tesoro “L’appetito vien giocando”, il cui bottino di gioco sarà la frutta accumulata durante le varie tappe di un percorso pluri-sensoriale alla scoperta del cibo. Divertimento assicurato anche con il Maf in Skate, durante il quale i ragazzi dell’associazione Basilicata Board si esibiranno sui loro skate per testimoniare un’altra mobilità possibile. Contemporaneamente, presso la Galleria Cecam, i più grandi si cimenteranno con il fai-da-te elettronico/informatico, nel primo dei due laboratori di auto-costruzione di stampanti 3D, a cura dell’associazione Syskrack, che illustrerà il montaggio, la calibratura, la modellazione 3D, lo slicing e le tecniche di stampa, accompagnando i partecipanti in una dimensione solo apparentemente futuristica.

Alle ore 20:00 verrà inaugurata la mostra MafLab Open Expo’, in cui verranno esposte le opere realizzate nell’ambito dei laboratori di arte svoltisi nei mesi precedenti. I partecipanti, di tutte le età, dopo aver studiato teoria e pratica del disegno e della pittura, sono stati chiamati a creare opere ispirate al corpo. L’arte sarà presente anche con performance, pittura live e proiezioni video. 

La temperatura inizierà a salire quando le arti visive cederanno il campo alle parole. Il primo Aperitivo culturale del MAF 2014 sarà dedicato all’esplorazione delle potenzialità di sviluppo legate al recupero di un’antica coltura ormai abbandonata, quella della canapa sativa. Tante le sue applicazioni, dal cibo all’edilizia, che verranno illustrate dall’associazione Lucanapa, giovane realtà operativa in Basilicata da circa due anni con lo scopo di ripopolare le campagne attraverso un nuovo modello di agricoltura sostenibile. Dopo decenni di proibizionismo, la pianta potrebbe oggi essere sfruttata anche per la bonifica di terreni inquinati, come ad esempio la Valbasento.

L’universo pulsante del MAF continuerà a espandersi al ritmo della musica afro-brasiliana. Alle 21:30, i partecipanti al workshop Street Samba Parade, svoltosi il 6 e il 7 agosto, si esibiranno in una parata coinvolgente, colorata e animata, tra danze e percussioni.

Le frontiere sonore dell’America Latina continueranno a trasmettere good vibrations  al pubblico grazie alla proposta musicale della Krikka Reggae che, fresca di album, si esibirà alle ore 22:00 sul palco allestito in villa. La band bernaldese, che ha da poco pubblicato l’album “In viaggio”, oltre a far ballare sui ritmi in levare della musica giamaicana, firma brani capaci di far riflettere su temi attuali quali la crisi, il valore della memoria storica, l’essere e l’avere e la subalternità dei deboli rispetto alle scelte dei potenti.

 

Una breve parentesi durante il concerto sarà riservata al Premio “MAF Cultura sostenibile”, istituito quest’anno dall’associazione Emanuele 11e72 per dare un riconoscimento pubblico a personalità e realtà del territorio che si sono distinte per l’impegno a tutela dell’ambiente e della salute. A riceverlo, in questa prima edizione, saranno tre giornalisti che da anni difendono la libertà di stampa per garantire alla comunità il diritto ad essere informati: Andrea Spartaco per basilicata24, il quotidiano online di inchieste assurta negli scorsi mesi anche alla cronaca nazionale per le minacce di morte che hanno raggiunto la redazione; Roberto D’Alessandro, direttore del quotidiano online pisticci.com e Piero Miolla, corrispondente per La Gazzetta del Mezzogiorno, destinatari di una richiesta di risarcimento danni (con annessa diffida) da parte della società Tecnoparco, per alcuni articoli sull’inquinamento della Valbasento. Chiuderà la serata il dj set di Dom Joy from Radio Raptus.

La cultura sostenibile, atomo primordiale del MAF, sarà in orbita anche nella seconda e ultima giornata, in programma sabato 9 agosto. Si partirà con il secondo appuntamento del MAF in Nature, e si chiuderà con le esibizioni live degli Splicing e dei Balca Bandanica e con il dj set di Radio Raptus. Nel mezzo, ancora musica brasiliana, esibizioni in skate, workshop e l’immancabile Aperitivo culturale.

Il Making Art Festival 2014 è organizzato dall’associazione culturale Emanuele 11e72 di Marconia, con il contributo del Comune di Pisticci e il patrocinio di Regione Basilicata e Provincia di Matera. Fra gli eventi green certificati dalla rivista Al Parco Lucano, il MAF sostiene la candidatura di Matera a Capitale europea della cultura 2019. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.emanuele11e72.it e sulla pagina FB “MAF Making Art Festival”.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*