Bilancio di fine anno per la Polizia Stradale e la Polizia Ferroviaria

Scritto da Emmenews on . Postato in Cronaca, In Primo Piano

polizia ferroviaria bari

Tempo di bilanci per tutti, anche per la Polizia Stradale e per la Polizia Ferroviaria.

Partendo dal consuntivo della Stradale, nel 2017 sono state registrate meno vittime mentre Tutor e Vergilius registrano un incremento di violazioni.

Con 41.237 pattuglie di vigilanza stradale il Compartimento della Polizia Stradale per la Campania e la Basilicata ha accertato 118.627 infrazioni al codice della strada. Le violazioni più significative contestate risultano essere 29.566 di cui 619 alla guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di droghe, 13.920 per eccesso di velocità, 4.750 per uso del telefonino, e  10.277 cinture di sicurezza e sistemi di ritenuta per bambini.

Ritirate 3.299 patenti di guida e 4.681 carte di circolazione; 124.475 i punti complessivamente decurtati.

– Meno vittime.

Nel 2017 (i dati sono riferiti al 31 dicembre) gli incidenti rilevati dalla Polizia Stradale 3.282, di cui 69 incidenti con esito mortale con 76 persone decedute; 1.285 incidenti con lesioni con 2.131 persone ferite e 1.928 incidenti con solo danni a cose.

Sono stati effettuati 721 servizi con sistemi di controllo della velocità.

– Più controlli della velocità media con il Tutor ed il Vergilius.

Unitamente agli ottimi risultati conseguiti dal sistema Tutor, che è articolato su 4 siti di circa 179 km di tratta autostradale in concessione (A/1 – A/3 – A/16 – A/30), ha concorso al raggiungimento di detti risultati il sistema Vergilius presente sull autostrada A/2 del Mediterraneo e sulle strade statali SS 7 IV Var. Domitiana e sulla SS 145 Var. Sorrentina.

– Contrasto della guida sotto l’effetto di alcool e di sostanze stupefacenti.

I conducenti controllati con etilometri, alcool test e drug test sono stati 97.372 – di cui 445 sanzionati per guida in stato di ebbrezza alcolica e 164 denunciati per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

A seguito della introduzione, con la legge 29.07.2010 n.120, del divieto assoluto di bere per talune categorie di conducenti – minori di 21 anni, neopatentati e trasportatori professionali di persone e cose – la sola Polizia Stradale ha accertato 39 infrazioni per guida con tasso alcolemico superiore a 0 e fino a 0,5 g/l; i veicoli sequestrati ai fini della confisca sono stati 31 di cui 26 per guida in stato di ebbrezza e 5 sotto l’effetto di droghe.

– Autotrasporto.

Secondo il protocollo d’intesa tra Ministro dell’Interno e Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti del luglio 2009, sono stati potenziati i servizi di controllo nel settore del trasporto professionale anche con l’ausilio dei Centri Mobili di Revisione con 101 servizi effettuati da 648 operatori di polizia che hanno controllato 1.431 veicoli pesanti di cui 32 (pari allo 2,2%) stranieri, con l’accertamento di 1.936 infrazioni, per 25 patenti e 44 carte di circolazione ritirate.

– Numero 24 scorte per trasporto organi gestite dal Centro Operativo Compartimentale Autostradale di Napoli.

– Operazioni ad Alto Impatto

Nel corso dell’anno, ai servizi programmati mensilmente a livello compartimentale, sono stati affiancati dispositivi specifici secondo il modello delle “Operazioni ad Alto Impatto”, nella misura di circa 4 al mese, su materie particolarmente sensibili per la collettività. Le “operazioni” realizzate hanno riguardato controlli di legalità nel settore dell’autotrasporto (principalmente di persone, di animali vivi e di trasporti eccezionali), controlli della copertura assicurativa, delle cinture di sicurezza e sistemi di ritenuta per bambini, di pneumatici e dell’attività di autodemolizione.

– Campagne di informazione ed educazione stradale

Nel corso dell’anno sono state realizzate numerose campagne di informazione ed educazione stradale.

La campagna di sicurezza stradale Icaro giunta alla 17° Edizione – promossa dalla Polizia di Stato in collaborazione con il Dipartimento di Psicologia dell’Università “ Sapienza” di Roma, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti , il Ministero dell’Istruzione e della Ricerca , il MOIGE (Movimento Italiano Genitori) , la Fondazione ANIA , la Federazione Ciclistica Italiana, la Società SINA del Gruppo Autostradale, ASTM-SIAS, Enel Green Power S.p.A. è stata rivolta in chiave preventiva sul tema della distrazione alla guida, agli studenti delle scuole Secondarie di Primo e Secondo Grado di tutte le Province, inviando nelle scuole operatori della Specialità preparati ed esperti in tema di educazione stradale.

Nel corso dell’anno 2017, oltre alla campagna di sicurezza stradale del Progetto ICARO è stata attuata in occasione della manifestazione ciclistica del Giro d’Italia la campagna di sensibilizzazione denominata “BICISCUOLA” al fine di far conoscere ai giovani i valori del ciclismo e del Giro d’Italia , diffondere l’uso responsabile della bicicletta , promuovere valori etici, fairplay, rispetto dell’ambiente e alle regole della sicurezza e della educazione stradale.

Per l’attuazione di quanto sopra e con l’obiettivo di stimolare lo sviluppo della cultura della sicurezza stradale sono stati inoltre sottoscritti anche alcuni Protocolli d’intesa con i vari Enti Istituzionali presenti su territorio.

In particolare si segnalano Convegni sulla Legalità e Sicurezza sono stati organizzati nelle diverse province della Campania e Basilicata

– Attività di Polizia Giudiziaria

La squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento di Polizia Stradale ha intrapreso diverse indagini sia a livello nazionale che internazionale nei settori: veicoli rubati (furto, ricettazione, riciclaggio, documenti falsi), settore assicurativo (assicurazioni false e falsi incidenti) e settore reati contro il patrimonio e contro la persona nell’autotrasporto (rapine, appropriazioni indebita).

Tali attività hanno impegnato gli operatori in attività di indagine sia classiche (pedinamenti, appostamenti) che tecniche (intercettazioni telefoniche) dando proficui risultati.

Le operazioni hanno portato complessivamente all’arresto di 88 persone e alla denuncia in stato di libertà di 1.278 persone nonché al sequestro di 137 autovetture e di 135 documenti e al sequestro di merce per un valore di Euro 214.517,96 .

– Celebrazione del 70° anniversario della Costituzione della Polizia Stradale.

In occasione del 70° anniversario della costituzione della Polizia Stradale è stata promossa a Matera la seguente iniziativa: 22 giugno 2017 nell’ambito della manifestazione Ferrari-Cavalcade 2017 si è tenuta una mostra fotografica itinerante.

Consuntivo di un anno d’impegno della Polizia Ferroviaria per la sicurezza delle Stazioni, dei treni e la tutela dei cittadini: arresti, denunce, sequestri di rame trafugato, ma anche vite salvate.

 I dati che riguardano la prevenzione e repressione dei reati negli ambiti ferroviari, relativi all’attività degli agenti del Compartimento della Polizia Ferroviaria per la Puglia, la Basilicata ed il Molise dal 1° gennaio al 31 dicembre 2017, testimoniano l’impegno costante del personale e l’efficacia della strategia nei vari settori, improntato in particolar modo a garantire la sicurezza dei viaggiatori e del trasporto ferroviario in generale.

Per quanto riguarda il contrasto ai furti di cavi di rame in esercizio in danno di Imprese ferroviarie, reato come noto particolarmente insidioso per la regolarità e sicurezza dei trasporti, si evidenzia che sono stati conseguiti i risultati di seguito indicati:  1.060 servizi di pattugliamento delle linee ferroviarie maggiormente interessate dal fenomeno dei furti di cavi di rame in danno di Imprese ferroviarie;  288 depositi di metallo/rottamai sottoposti a controllo; kg. 8.410 di cavi di rame di provenienza furtiva sottoposti a sequestro; 11 persone tratte in arresto per furto aggravato di cavi di rame;

In riferimento al numero totale di arresti e denunce, nel corso dell’anno 2017 sono state tratte in arresto 56 persone, mentre 134 sono state quelle denunciate in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria per la commissione di reati vari.

Inoltre, 22 persone sono state segnalate all’Autorità amministrativa, in particolare modo per l’uso di sostanze stupefacenti. Al riguardo, è stata sequestrata sostanza stupefacente per circa grammi 3.803,00, perlopiù cannabinoidi.

Nell’ambito dell’attività di prevenzione, dal 1° gennaio al 31 dicembre 2017, sono state identificate 148.292 persone sospette, di cui stranieri 21.612, dei quali rintracciati in posizione irregolare sul territorio nazionale n52; 26.736 le persone controllate con pregiudizi penali; 4.155 i veicoli controllati; elevate 609 sanzioni amministrative al Regolamento di Polizia Ferroviaria, al Codice della Strada e altre violazioni di legge; sono stati espletati 8.137 servizi di vigilanza nell’ambito degli Scali ferroviari e 641 servizi antiborseggio nelle Stazioni; su 3.762 treni viaggiatori del trasporto regionale e della lunga percorrenza diurna/notturna è stata assicurata la presenza di 2.145 pattuglie della Polizia Ferroviaria. 31 sono state le persone allontanatesi dai propri nuclei famigliari e rintracciate in ambito ferroviario, di cui 20 minori.

Grazie alla capacità di osservazione e alla prontezza del personale della Polizia ferroviaria sono stati scongiurati 3 suicidi.

Significativi sono stati i contatti con gli Istituti scolastici di Puglia, Basilicata e Molise per il progetto “train to be cool”, relativo alla sicurezza negli ambiti ferroviari, ove si sono raggiunti in tutto il Compartimento più di 5.000 studenti.

 Sotto il profilo internazionale la Polizia Ferroviaria ha proseguito la propria attività nell’ambito del network europeo di polizie ferroviarie RailPol, allo scopo di migliorare le tecniche specialistiche e di rafforzare la collaborazione tra i Paesi membri attraverso il reciproco scambio di informazioni e la definizione di comuni strategie operative nonché la programmazione di azioni congiunte. In tale contesto, nel corso del 2017 l’Italia ha mantenuto la presidenza del Gruppo di lavoro Strategic Analysis, rivolto all’analisi strategica dell’andamento dei principali fenomeni delittuosi in ambito ferroviario in Europa allo scopo di delineare linee operative comuni di prevenzione e contrasto tra i vari Paesi membri. Si chiude per la Polizia Ferroviaria un anno che ha visto le celebrazioni del 110° anniversario della sua fondazione. Nata il 24 giugno 1907, da allora garantisce la sicurezza dei milioni di persone che si muovono in treno o frequentano le stazioni. Tra i passaggi fondamentali della storia vissuti “in prima linea” dalla più antica delle Specialità della Polizia di Stato: le due guerre mondiali e la successiva ricostruzione; le migrazioni di massa con l’utilizzo del treno (a partire dagli anni ’50) di milioni di persone dirette dal sud al nord (dell’Italia o dell’Europa) in cerca di migliori condizioni di vita; il triste periodo degli “anni di piombo”, che non hanno risparmiato l’ambito ferroviario. Tra i fatti più violenti, quelli che hanno coinvolto il treno Italicus (4 agosto 1974, 12 morti e 48 feriti), la stazione di Bologna (2 agosto 1980, 85 morti e 200 feriti), il treno R904 (23 dicembre 1984, 16 morti e 260 feriti). Anche la Polizia Ferroviaria ha pagato il suo tragico tributo in termini di vittime: non si contano i caduti tra gli operatori della Specialità che hanno perso la vita nell’adempimento del proprio dovere o in gesti eroici. 19 nei soli ultimi 50 anni, tra cui i due giovani agenti pugliesi, Francesco Ardito e Gaetano Morgese, deceduti a Piacenza, il 12 gennaio 1997, nel deragliamento del pendolino Milano-Roma, sul quale viaggiava il Presidente della Repubblica Francesco Cossiga. Le manifestazioni relative all’importante ricorrenza hanno visto eventi in tutta Italia.

Commenti

Questo articolo è stato letto 322volte!

Tags: , , , , , ,

Servizi

Media

WEB TV

Network

Supporto