Al Blues in Town arriva Brian Templeton


Hanno ripercorso 20 anni di carriera, festeggiato insieme ad un pubblico entusiasta il proprio ventennale sulla scena del blues lucano; l’esibizione della Blues Machine ha aperto la nona edizione del Blues in Town Festival e dato il via ad una kermesse straordinariamente ricca e dall’alta qualità musicale.

Il palco del BiT 2012, allestito quest’anno sul lungomare destro di Policoro, ospiterà invece martedì 7 agosto artisti internazionali protagonisti di un unico progetto: The Blues Explosion.
Prima le esecuzioni da solisti di Texas Slim e Vivian Vance Kelly – li ascolteremo anche in alcune performance in coppia – infine insieme a Brian Templeton.  
Un tris  di artisti di navigata esperienza capaci di regalare al pubblico del Blues in Town uno spettacolo di pura energia. 
 Texas Slim ha incontrato, sin da giovanissimo, e suonato con il grande Alex Moore, l’artista che per primo ha registrato blues nel 1929, e più tardi con Little Joe Blue. 
Ha inoltre collaborato e formato band con Joey  Love ed è stato definito, per il suo modo di essere artista, una forza della natura in Texas. 
Nella stessa serata spazio alla migliore artista femminile del Blues Awards di Chicago, Vivian Vance Kelly. 
Figlia del grande musicista Vance “Guitar” Kelly  e nipote del famoso Andrew Kelly, Vivian si è dedicata alla musica sin da bambina esibendosi nei più importanti club blues di Chicago e degli States. 
Darà un assaggio già martedì 7 dello suo spettacolo da solista in programma per mercoledì 8 agosto lo straordinario cantante, armonicista e compositore Brian Templeton. 
(Uniche le sue performance: con Muddy Waters, The Legendary Blues Band e la band del grande Eric Clapton).
Non solo blues consolidato e artisti di esperienza al top del panorama internazionale, il BiT è anche occasione, come sempre, di lanciare band emergenti e giovani talenti. 
Martedì, a scaldare il pubblico prima delle esibizione di Texas Slim e Vance Kelly ci saranno, a partire dalle ore 21 i Soul Buddies e a seguire La Banda del Buco.
Per la rassegna cinematografica “Cinema Blues”, novità dell’offerta artistica della nona edizione del Blues in Town12, spazio, dalle 20,30, alla proiezione di “L’Anima di un uomo” di Wim Wenders, documentario dedicato alla vita di tra grandi bluesman del passato: Skyp James, J.B. Lenoir e Blind Willie Johnson. 
Blues in Town Festival si conferma tra i principali attrattori turistici del territorio e questa nuova edizione ha inteso dedicare uno spazio anche all’approfondimento di alcune strategie di marketing turistico e all’analisi di alcuni aspetti di un settore trainante per l’intera regione Basilicata. 
A partire dalle ore 19,30 nell’elegante chiosco BarHchic nell’area adibita ai concerti, sul tema “Il Turismo che vorrei. Attrattori culturali e grandi eventi, piano dei lidi e rete per lo sviluppo del territorio” le associazioni lucane “La Mela di Odessa” e “Prima Persona Basilicata” ne discuteranno con l’assessore regionale alle attività produttive, Marcello Pittella, operatori del settore dell’intero metapontino, enti e cittadini. 
L’appuntamento sarà anche occasione per avviare un confronto sulle strategie di promozione adottate dagli eventi già consolidati del metapontino, (Blues in Town, Lucania Film Festival…), conoscere le iniziative di marketing territoriale adottate da enti ed attori pubblici – da “L’estate di Isabella” di Valsinni a “Sogno di una Notte a…Quel Paese” di Colobraro, fino ai progetti dell’Albergo Diffuso del Gal Cosvel.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*