Ufficio postale di Montalbano sovraffollato, autoconvocazione dei cittadini lunedì mattina

posta montalbano

“I cittadini montalbanesi stanno facendo grandi sacrifici per contenere il contagio da Covid-19. Si sono chiuse le scuole prima che lo facesse la Regione Basilicata con un’ordinanza del Governatore Vito Bardi. Quotidianamente si fanno sforzi enormi per evitare qualsiasi forma di assembramento però, davanti l’ufficio postale di Montalbano Jonico, ormai da tempo, si registrano continue forme di assembramento. A pagarne le conseguenze sono soprattutto gli anziani costretti, in condizioni climatiche non favorevoli, a stare in piedi per diverse ore prima di usufruire dei vari servizi. Non si capisce come mai l’ufficio di Montalbano non si attrezzi per il ripristino dell’apertura pomeridiana che eviterebbe la calca e permetterebbe a molti lavoratori, impegnati al mattino, di poter usufruire dei servizi postali”.

Lo scrive in una nota Gabriele Propati, esponente della Lega Basilicata e primo firmatario della petizione dove si chiedono maggiori attenzioni per gli utenti dell’ufficio postale montalbanese.

 “Costringere i nostri cittadini e soprattutto gli anziani a stare in piedi ed al freddo per diverse ore in un momento così delicato è umanamente inaccettabile – prosegue Propati – Pertanto i cittadini montalbanesi, che hanno avviato una petizione popolare già da diversi giorni, hanno deciso di autoconvocarsi davanti l’ufficio postale nella giornata di lunedì 21 dicembre alle ore 10:30. “Faremo sentire forte la nostra voce” ha dichiarato il primo firmatario della petizione Gabriele Propati. Intanto i consiglieri comunali di minoranza hanno già presentato un ordine del giorno al riguardo che sarà discusso nel prossimo consiglio comunale utile”.

Post correlati