Tursi: coltiva piante di cannabis, arrestato

DSC07927

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Policoro, al termine di un’operazione finalizzata al contrasto dei reati connessi alle sostanze stupefacenti e psicotrope, hanno tratto in arresto  M. R., classe 1988, in attesa di prima occupazione, con precedenti di polizia, avvisato orale di polizia, nella flagranza del reato di coltivazione di sostanze stupefacenti.

Il pomeriggio di giovedì 11 settembre, alle ore 17.30 circa, i militari hanno conseguito un ulteriore brillante successo investigativo nel campo del contrasto al fenomeno dei reati connessi alle sostanze stupefacenti e psicotrope in forte espansione in tutta la fascia jonico-metapontina, questa volta nel comune di Tursi.

Gli operanti, durante un servizio di osservazione e pedinamento in un’area rurale di Tursi, località Caprarico, esattamente all’interno di un uliveto, hanno sorpreso il giovane mentre annaffiava 8 piante  di cannabis.

Il soggetto, sottoposto a perquisizione personale sul posto, è stato trovato in possesso di un nebulizzatore da giardinaggio, di 2 flaconi di integratori per piante fiorite in gocce e nell’autovettura a lui in uso, risultata sprovvista di revisione ed assicurazione obbligatoria, di alcune bottiglie di acqua e taniche. Le attività di ricerca sono state tempestivamente estese all’abitazione del giovane consentendo il rinvenimento di buste in cellophane tagliate circolarmente, pronte per il confezionamento della sostanza stupefacente.   Le operazioni si  sono concluse alle successive  ore  21.00 circa del giovedì, quando l’uomo  è stato tratto in arresto per il reato di coltivazione  di sostanza stupefacente (inflorescenze pari a grammi 1281,6 con principio attivo pari a grammi 18,451 e n. 744 dosi).

Espletate le formalità di rito, l’arrestato è stato tradotto in regime di arresti domiciliari presso la propria abitazione in Tursi su disposizione del  Sostituto Procuratore della Repubblica di turno  presso Tribunale di Matera,  Annunziata Cazzetta.

Sabato l’arresto e le attività di perquisizione e sequestro sono state convalidate dal Tribunale di Matera – Sezione del Giudice Monocratico Penale, che applicava al giovane la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria in attesa di giudizio con rito alternativo.

L’operazione certifica, ancora una volta,  l’incessante impegno dell’Arma nell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio ambito giurisdizione della Compagnia Carabinieri di Policoro, con particolare attenzione  ai reati connessi alle sostanze stupefacenti e psicotrope, che  colpiscono le fasce più giovani della società.

Compagnia Carabinieri Policoro

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*