Trivelle Jonio: “manifestazione contro il razzismo ambientale”

Catena Umana Corigliano

Dopo la grande catena umana dei 20.000 di    Corigliano Calabro il movimento No Triv prosegue nelle iniziative per difendere il mare Jonio dallo scempio ambientale ed economico   che provocherebbero le trivellazioni petrolifere. L’ultimo decreto di Zanonato salva il Golfo di Venezia e condanna invece   il Mar Jonio a subire la speculazione dell’energia fossile   e del catrame, considerando il mar Jonio rispetto al Golfo di Venezia a minor sensibilità ambientale. Teoria sconfessata dalle osservazioni tecniche che le    amministrazioni dei municipi ,delle   province  del golfo di Taranto    e Med No triv hanno presentato al Ministero dell’Ambiente.

“Su queste scelte – dichiara il movimento –  siamo di fronte ad un razzismo ambientale perpetrato  nei confronti delle popolazioni meridionali ad opera del governo italiano.

Sulle prossime azioni se ne discuterà venerdì sera  alle ore 18.30 ad Amendolara   nella sala consigliare del comune di Amendolara.”

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*