A Scanzano manifestazione degli agricoltori contro il tributo Eipli

Agricoltura

Nella giornata di lunedì 15 settembre diversi agricoltori della zona, consorziati dell’area Bradano–Metaponto, sono intervenuti presso la casa comunale di Scanzano Jonico, per manifestare il loro dissenso in seguito  alle cartelle di pagamento recapitate da Equitalia relative al costo dell’irrigazione e al tributo E.I.P.L.I.

Negli anni scorsi tale tributo era stato sospeso e compensato al Consorzio di Bonifica di Bradano e Metaponto dalla Regione Basilicata, mentre oggi viene richiesto direttamente agli agricoltori del metapontino, già esasperati dalla crisi di mercato dei prodotti ortofrutticoli e, più in generale, dalla crisi che da alcuni anni attanaglia il mondo agricolo messo a dura prova anche dai danni provocati dalle alluvioni sempre più frequenti che hanno ridotto il reddito ai limiti della sussistenza.

Nel corso della discussione si è sottolineata l’impossibilità di far fronte ad ulteriori spese e tributi e la richiesta unanime a trovare una diversa soluzione che coinvolga l’Ente Regionale.

A raccogliere le istanze degli intervenuti l’assessore ai lavori pubblici Giuseppe Stasi e l’assessore all’ambiente e agricoltura Antonietta Clemente, i quali chiederanno un incontro urgente all’assessore alle politiche agricole e forestali della Regione Basilicata, dott. Michele Ottati, e al Commissario unico dei Consorzi di Bonifica Lucani avv. Giuseppe Musacchio, per discutere del tema e sollecitare azioni volte a reperire risorse economiche da elargire al Consorzio per evitare agli agricoltori  il pagamento del tributo.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*