Scanzano 5 Stelle chiede all’amministrazione di “differenziare le spiagge”

spiaggia scanzano

“Differenziamo le spiagge”. É la richiesta degli attivisti di Scanzano Cinque Stelle, i quali rimproverano l’amministrazione comunale di non preoccuparsi minimamente di dare un servizio per rendere  più civile le spiagge comunali, ormai abbandonate a se stesse da tutti i punti di vista: rifiuti, illuminazione pubblica e servizi.

“Se si osserva il litorale comunale  – si legge in una nota del movimento – si nota che da località Terzo Cavone, passando per Il Faro, Bufaleria fino a Terzo Madonna,le spiagge sono totalmente prive di servizi igienici (in alcuni casi con strutture presenti, ma chiuse), assenza di cassonetti per la differenziata,e scarsa visibilità della segnaletica verticale e orizzontale per indicare le aree di sosta autorizzate.

In località Terzo Madonna, quest’inverno le mareggiate hanno portato di tutto sulla spiaggia, (cannucce, tronchi di alberi,plastiche utilizzate in agricoltura,contenitori vuoti di fitofarmaci, carcasse metalliche di ogni tipo),e si è provveduto ad una pulizia superficiale e in netto ritardo, per poter procedere al montaggio delle strutture balneari. A questo si aggiunge una grave erosione costiera.

Il tutto sembra che venga risolto, nelle ore notturne, non garantendo però il minimo di illuminazione pubblica, infatti qui c’è solo un lampione quasi in segno di ricordo di una delle più affascinati spiagge della costa ionica,ormai abbandonata al suo triste destino.

Nella stagione estiva in cui i lidi sono aperti e l’affluenza di persone è maggiore, il fatto che non si provveda a predisporre dei contenitori per la raccolta differenziata a bordo strada, nei pressi degli stabilimenti balneari e lungo le spiagge,ci lascia molto perplessi sulla volontà di amministrare nel rispetto dell’ ambiente e di dare un’ immagine di più alto livello alla nostra cittadina  per i turisti che vengono a trascorrere qui le loro vacanze.

Si è  notato lo stesso problema anche l’anno scorso, ma adesso si ha la prova che del decoro cittadino, a questa amministrazione non interessa nulla.

Si  auspica che  in tempi  celeri l’amministrazione comunale provveda a dare i servizi nei pressi delle spiagge, per rendere gradevole la permanenza sulla nostra costa ed agevolare chi culturalmente è propenso a sostenere un ambiente pulito, ma che purtroppo viene costretto ad agire diversamente.

Infine invitiamo a non “differenziare” le spiagge, prendendosi cura di tutta la fascia e considerarla patrimonio naturale da sfruttare e allo stesso tempo rispettare, evitando di puntare tutto  presso l’ipotetico Lungomare, che da anni si cerca di far emergere, (con scarso successo), facendo così nascere non pochi malumori nei gestori degli stabilimenti che ogni anno si sentono sempre più abbandonati,tanto da spingerli a non fare nuovi investimenti o addirittura indurli a non aprire.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*