A Rotondella rivive il “Mito di Epeo”

IL MITO DI EPEO. 2

Piano Raso di Bosco Finocchio. Uno spazio situato nell’area di Monte Coppola, elemento-cerniera tra la Piana metapontina ed il Parco nazionale del Polllno, al centro di diversi interventi finalizzati alla sua valorizzazione comprese le attività di animazione  di domenica scorsa con la “prima”  dello spettacolo teatrale “Il mito di Epeo” che ha riscosso un notevole successo facendo registrare oltre 700 presenze.

Un luogo, Monte Coppola – dove si ipotizza, facendo riferimento agli studi condotti dal Prof. Quilici, fosse ubicata la piccola città di Lagaria, voluta da Epeo (il costruttore del cavallo di Troia), edificata nel IV secolo a.C. (così denominata in ricordo della madre) e nota, secondo quanto riportano vari autori, nei paesi del Mediterraneo per le qualità terapeutiche dei vini che vi si producevano.

Questi in sintesi gli elementi fondamentali del Progetto “EPEO. Le leggende del Bosco di Rotondella” promosso dal  Comune di Rotondella, finanziato dallo stesso e dal Gal Cosvel attraverso le risorse del Progamma Leader “Le Terre del Silenzio”.

“La rappresentazione teatrale -spiega la coordinatrice Ada Pastore – è la parte finale di questo  progetto. Importante risulta essere la partecipazione delle associazioni locali (Arci, Pro Loco, Attivamente Giovani, Protezione Civile “Gruppo Lucano”), della Coldiretti e del Gruppo Giano Teatro intorno ad un evento che ha diverse finalità: recupero della memoria culturale dell’area, promuovere la partecipazione di soggetti locali alle attività culturali come appunto il teatro, riutilizzare spazi importanti del patrimonio naturalistico come appunto il bosco”.

Attività varie di animazione sono state realizzate per l’intero pomeriggio dalle aziende della Coldiretti aderenti a “Campagna Amica”, compreso un work shop sull’alimentazione mediterranea dal periodo magno greco ai nostri giorni, dall’Arci con una partecipata escursione guidata sulla cima di Monte e con il concerto -particolarmente apprezzato- degli allievi della Scuola dell’Arpa Popolare Viggianese.

Quindi “prima” dello spettacolo teatrale “Il Mito di Epeo”  per la regia di Maria Adele Popolo- “Uno spettacolo teatrale corale con un cast formato da 28 persone, molte di Rotondella ed altre del Gruppo Giano Teatro, tutte non professioniste, amanti del teatro, -sottolinea la regista- che si sono cimentate in questa esperienza per passione. Il linguaggio utilizzato è lieve e ironico e ripercorre in maniera originale l’intera vicenda dell’avventuroso viaggio di Epeo e della fondazione di Lagaria”.  Il soggetto e la sceneggiatura sono stati elaborati dalla stessa Popolo insieme a Maria Cuccarese, Pino Battafarano e Antonietta Comparato che hanno partecipato alle attività Laboratorio di scrittura mentre la direzione artistica e la scenografia sono state curate da Veturio Viola per il quale” il luogo di rappresentazione e di animazione rappresenta la location ideale e particolare per questo evento complesso, un luogo reso ancora più affascinante attraverso un sapiente gioco di luci che rende tutti protagonisti, compresa la natura circostante”. Secondo ed ultimo spettacolo domenica prossima 27 luglio. Per ulteriori informazioni sull’evento e per visionare il programma dettagliato consultare il sito www.leggendedelbosco.it  –

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*