“Ritirare il bando per la vendita dei locali di piazza Roma a Policoro”

Frammartino

Il portavoce del movimento “Policoro è Tua”, Ottavio Frammartino, chiede all’amministrazione comunale del centro jonico di ritirare il bando per la dismissione dei locali in piazza Roma, la piazza del mercato coperto, in scadenza il prossimo 13 settembre.

“Che fosse un’amministrazione con una vocazione anti commercianti con una predisposizione a vessare le attività produttive  – si legge nella nota di Frammartino – lo avevamo denunciato un anno fa con l’approvazione del bilancio , non solo per gli   aumenti   sconsiderati delle tasse , ma anche per non aver   accettato una serie di proposte di investimenti   infrastrutturali per la zona artigianale.

Oggi abbiamo un’ulteriore conferma di quando da noi testimoniato.

Basta leggere il bando della vendita degli immobili in via Roma per capire l’accanimento di Leone e i suoi prodi contro gli agonizzanti commercianti, vessati dalla crisi ed aggrediti da un’amministrazione che prima li ha spremuti come limoni con l’Imu, sta pensando di salassarli con la Tares, intanto almeno a quelli di via Roma, con un provvedimento per far cassa li ha messi all’angolo,  mettendo alcuni nella disperazione altri probabilmente nelle mani dell’usura.

Questo grido di dolore, di chi oggi riesce con fatica a pagare le spese per potarsi a casa il pranzo e non è detto che ci sia anche la cena, è stato lanciato dalla Confesercenti, che oltre a evidenziare la stranezza di un bando pubblicato sotto ferragosto con scadenza il 13 settembre, dice che non ci sarebbe il tempo necessario per aprire uno straccio di mutuo ne una fedejussione, se non con qualche usuraio disponibile, oltre a contestare l’esorbitante richiesta in un momento di grave crisi.

Nel merito anche lo stesso bando è sbagliato ed ingiustificato, in quando il prezzo di mercato richiesto come base dell’asta e differente da quello quantificato dal comune   nelle zone parallele, che si aggira a 1,200.000 a mq invece dei 1.700.000 da questo bando, provocando non solo un ingiusto arricchimento ma prefigurando una vera vessazione nei confronti dei commercianti.

Eppure l’amministrazione potrebbe fare cassa, incassando i soldoni degli oneri   scadute da memore tempo, ma la logica   è sempre la stessa, non tocchiamo i ricchi e i potenti, perche oggi i veri poveri e i precari sono proprio loro, i commercianti ed i piccoli artigiani che stanno pagando il prezzo più alto di questa crisi , ma vallo a fare capire a questi amministratori della zona VIP e della movida.

Policoro è Tua in base a queste considerazione chiede l’immediato ritiro del Bando; in alternativa la sua riformulazione che tenga conto delle considerazioni qui espresse sul costo unitario nel rispetto della legge, della legalità e imparzialità”.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*