Ricco il programma delle Giornate Fai di Primavera per il Metapontino

Scritto da Emmenews on . Postato in Cultura

giornate primavera fai

Tornano le Giornate Fai di Primavera, che saranno nel weekend del 23 e 24 marzo.

Alla luce del forte richiamo che la manifestazione ha assunto negli anni scorsi, nonché alla entusiasmante collaborazione con gli Enti Pubblici, Ecclesiastici, gli Istituti Scolastici e con gli amici di alcune Associazioni afferenti all’areale della Costa Jonica, ma soprattutto grazie all’infaticabile lavoro dei nostri volontari e all’impegno degli Apprendisti Ciceroni, in linea con lo spirito della Fondazione nel voler perseguire la valorizzazione e tutela del patrimonio culturale del nostro territorio, è stato definito il nuovo programma di attività che ci condurrà alla scoperta di preminenti bellezze storico-architettoniche, archeologiche ed ambientali della Costa Jonica.

Il programma è stato strutturato per offrire ai visitatori un tour alla scoperta della Costa Jonica attraverso la sua storia millenaria a partire dalla florida epoca della Magna Grecia attraversando i luoghi delle incursioni saracene e della dominazione araba sulle tracce degli insediamenti monastici medioevali fino alle lotte contadine ed alla riforma agraria.

E’ l’evoluzione storica del territorio ampio e florido della Costa Jonica, che i siti aperti ci racconteranno, ed il focus è lo straordinario patrimonio agrario, dalla chora al Metapontino. Le apertura previste a cura degli Apprendisti Ciceroni sono 15 dislocate in 7 Comuni (Bernalda, Pisticci, Montalbano, Scanzano, Tursi, Nova Siri e Valsinni): dalla Chiesa di San Bernardino al Castello di Bernalda, dove ad accoglierci ci saranno anche i giovanissimi “Ciceroni in erba” dell’Istituto Comprensivo “Pitagora” che ci accompagneranno alla scoperta del maniero allietandoci con storie e leggende locali, al Parco Archeologico Apollo Licio di Metaponto dove in via straordinaria potremo visitare in anteprima il Kerameikos, quartiere delle officine ceramiche attivo dal VI al III sec. a.C. ed in fase di allestimento per la fruizione pubblica, alla vicina Masseria Sansone, che oltre a rappresentarci la tradizione insediativa masserizia del Metapontino ci racconta la storia dei Lacava, una delle preminenti famiglie lucane, per completare il tour in territorio di Bernalda e Metaponto con la passeggiata naturalistica nella Riserva di Lago Salinella, sito di interesse comunitario che si estende fino alla foce del Bradano.

Il tour della Costa Jonica prosegue raggiungendo Pisticci per una passeggiata tra i rioni Dirupo e Terravecchia visitando lungo il tragitto la Chiesa dell’Immacolata e la Chiesa Madre, prima di lasciare Pisticci non può mancare la visita guidata alla restaurata Abbazia del Casale. Dirigendosi verso la Costa con una tappa prima a Montalbano J. sarà possibile visitare il Convento di San Rocco e con un’altra a Tursi per raggiungere lo straordinario Santuario della Madonna di Anglona, si giungerà a Scanzano J. dove si potrà visitare la Torre Saracena del Faro e dopo essere stati ammaliati dal suggestivo panorama proseguendo lungo il litorale Jonico meriterà fare tappa a Nova Siri per visitare il piccolo gioiello della Chiesetta Campestre della Sulla per poi terminare il tour a Valsinni per farci incantare dai versi e dalla storia della poetessa Isabella Morra visitando la Pinacoteca Morriana.

Il programma offerto dal Fai sarà visionabile sul sito delle giornate-fai-di-primavera/i-luoghi-aperti/ cercando la località d’interesse, tante le proposte in tutta la Basilicata, in particolare nella nostra Costa Jonica. A tal proposito, precisiamo che le aperture sono previste per sabato 23 e domenica 24 marzo e si svolgeranno sia di mattina che di pomeriggio.

Commenti

Questo articolo è stato letto 265volte!

Tags: , , , , , , , ,

Servizi

Media

WEB TV

Network

Supporto