A Policoro lo scambio culturale “Gioventù in azione”

ok 2

Johnny, Miriana, Gianluca, Antonio, Luigina, Giulia, Antonio, Stefania, Francesca, Nicola, con i coordinatori del progetto  Gioventù in Azione  riguardante   una settimana di scambi culturali e sportivi con l’estero, hanno preparato l’accoglienza di 38 giovani provenienti dalla Francia, Bulgaria e Romania  i quali trascorreranno nove  giorni,  a Policoro e dintorni.

Si tratta di un progetto multilaterale che prevede la partecipazione di quattro partners: Francia, Romania, Bulgaria e Italia, organizzato dall’associazione sportiva Planet Sport, di Policoro, affiliata Us Acli.

Dieci giovani e due accompagnatori per ogni paese compongono questo scambio che coinvolge complessivamente 48 persone.

Il titolo del progetto è: “Radici e ali; la mia vita, la tua vita, le nostre vite”; ed è realizzato nell’ambito del progetto Gioventù in Azione A.1.1.

Si svolgerà dal 28 luglio al 5 Agosto; i giovani verranno ospitati presso la Parrocchia del Buon Pastore in Policoro ben attrezzata di sale per attività   culturali e sociali, campi di calcio.

La particolarità di questo scambio è data dalla combinazione di quattro partner, che hanno già esperienza in progetti di scambi giovanili europei, grazie a quella vissuta in comune nel 2011, in Francia a Pouancé.

I partner rumeni  e  francesi si sono incontrati nel 2005 in Francia, gli Italiani in Bulgaria ed ora si incontrano a Policoro.

Il gemellaggio è incentrato sul tema dello sviluppo rurale inteso come  conoscenza e sensibilizzare alle ricchezze del territorio per potenziare lo sviluppo delle zone rurali in cui vivono.

Prima dello scambio si sono documentati ed hanno realizzato un documento che delinea i rispettivi territori e i beni. In particolare il turismo con  presentazione del patrimonio naturale, storico, culturale; l’agricoltura con la valorizzazione della produzione, rispetto dell’ambiente e della biodiversità; i benefici economici e sociali delle zone rurali nel mantenere l’unità di produzione agricola e familiare; la qualità della vita, promuovendo  stili di vita sani, tra cui le attività fisiche e sportive; reso possibile dalle specificità dei rispettivi territori dei quattro partner; attraverso la dieta (consumo di prodotti stagionali e locali) e lo sport all’aria aperta (mare, ambiente naturale …)

“Abbiamo voluto sviluppare il tema di uno stile di vita sano attraverso la dieta e lo sport  -ha dichiarato Nicola Maiellaro  resposabile provinciale US Acli scambi culturali e sportivi  di Matera-  perché crediamo che si riferisce a valori universali e unificanti che promuovono il ravvicinamento dei giovani dei 4 paesi.”

Questi argomenti saranno affrontati attraverso una varietà di strumenti:
visite (azienda agricola biologica, geo sito di Montalbano J.,parco naturale WWF), scambio interculturale, preparazione dei pasti a tema (di ciascun paese), scoperta di sport all’aria aperta (trekking, beach volley, football, sport acquatici …).

La creazione di un opuscolo, e di un reportage video (valorizzazione del territorio e dello scambio) sarà il risultato finale che il gruppo realizzerà.

Questi temi sono stati scelti dai 4 partner, che hanno in comune l’isolamento geografico delle loro zone rurali; l’abbandono dei giovani delle aree rurali  e di quelle urbane; le potenzialità non sfruttate nell’ambito del turismo naturale.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*