Pisticci: documento tra Pd, Patto Democratico e Lista Cittadini


Meno di un mese alla presentazione delle liste in vista delle elezioni amministrative del prossimo maggio e c’è già fibrillazione tra i diversi partiti per individuare i candidati e mettere a punti i programmi elettorali.
E si mettono in piedi le prime alleanze.
Come accaduto a Pisticci, dove il Partito Democratico e i movimenti Patto Democratico e Lista dei Cittadini hanno siglato un documento, ponendo le basi per un’alleanza politico-programmatica pronta a candidarsi per il governo della città jonica.
Un gruppo che però – spiegano i promotori in una nota – non si chiude in se stesso, ma che, sin da subito, si propone come nucleo di aggregazione per tutte le formazioni politiche che si dichiarino organiche al centrosinistra”.
Alla base della dichiarazione di intenti siglata tra le tre forze, “la necessità di dar vita ad un confronto aperto e leale per giungere, in tempi brevi, ad una solida intesa sul programma elettorale e sul candidato Sindaco per le amministrative di Maggio”.
Questo – si legge nella chiusura del documento – nella ferma convinzione che solo un forte sodalizio delle forze democratiche di Centrosinistra possa consentire la sconfitta della destra e un governo stabile ed efficiente della città”.
Intanto, il Pd risponde, attraverso un comunicato stampa, alle voci di un’imminente scissione al suo interno.
Ne attacchi, ne chiusure – spiegano dal partito di Bersani – solo quella voglia di dialogare che ci ha sempre contraddistinti”.
Quello che noi del Pd di Pisticci e Marconia vogliamo sia chiaro – spiega nella nota il segretario cittadino dei democratici, Rocco Negro – è che le porte del partito erano e rimangono aperte.
L’invito che mi sento di rivolgere a quelli che considero nostri amici è di accantonare ogni ipotesi dell’ultim’ora, considerando solo il bene del centrosinistra.
Una frammentazione in liste civiche – conclude Negro – finirebbe per danneggiare non solo il Partito Democratico ma anche quel centrosinistra che a Pisticci deve invece candidarsi al governo della città, partendo dall’unità dei suoi componenti e da un unico grande obiettivo: il bene della nostra città”.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*