Ospedale Tinchi: Per il Comitato la delibera n. 792 deve essere annullata

Non si è fatta attendere la risposta del Comitato in Difesa dell’Ospedale di Tinchi al nostro servizio, in cui tentavamo di capire meglio la delibera n. 792del 2 agosto 2012 che ha in oggetto la riorganizzazione delle attività aziendali di patologia clinica.

Il comitato infatti ha riaffermato, attraverso una lunga nota stampa, la convinzione che la delibera in questione sancisca la chiusura del Laboratorio di Analisi.
Una convinzione perpetrata dalla lettura di tutti gli allegati della delibera che, secondo il Comitato, spiegano le intenzioni della Direzione generale dell’Asm di terminare l’attività del laboratorio di analisi di Tinchi a dicembre prossimo.
Infatti si legge nella nota del Comitato: “Dalla lettura corretta delle carte si evince che la Direzione Aziendale ha demandato ad un gruppo di lavoro aziendale la predisposizione di un’analisi finalizzata “alla riorganizzazione” delle attività di Patologia clinica e di Laboratorio di analisi presenti nell’Azienda Sanitaria Locale di Matera, prevedendo un “Laboratorio Unico Logico” aziendale (pag.3 della delibera), il 19/06/2012 mentre – continua il comunicato – il gruppo di lavoro aziendale incaricato aveva già effettuato il progetto in data 6 giugno come si evince dall’Allegato 3 della delibera.
In tale proposta (sempre allegato 3, parte integrante e sostanziale della delibera) “si evince l’opportunità di concentrare nel Laboratorio di Policoro gli esami diagnostici eseguiti a Tinchi e Stigliano e di lasciare in queste sedi dei POCT (Point Of Care Testing) utili per la esecuzione di pochi e ben selezionati parametri diagnostici in quelle sedi di PTS; contemporaneamente si concentrano nel Laboratorio di Matera alcuni esami come quelli di Biologia molecolare realizzando da subito un risparmio di gestione.”
Infine – conclude – nelle more degli atti conseguenziali a quanto sin qui proposto, è necessario prevedere la fornitura in essere almeno sino al mese di dicembre c.a., dando modo così alle ditte interessate di rispondere, procedere alle installazioni e alla messa a regime del sistema”.
E’ qui, secondo il Comitato, il punto di snodo della delibera perché la fornitura dei reagenti e dei macchinari sarebbe prevista fino al prossimo dicembre.
Dopodiché il laboratorio di analisi di Tinchi, nelle previsione di chi si batte per l’ospedale, dovrebbe chiudere i battenti.
Una chiusura che il Comitato cercherà in tutti i modi di evitare, e si annunciano nuove manifestazioni popolari e nuove battaglie affinchè tutte le promesse che la Regione aveva fatto in passato sull’ospedale di Tinchi vengano mantenute. 

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*