A Montalbano carabinieri arrestano ennesimo pusher

???????????????????????????????

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Policoro, unitamente ai militari del Comando Stazione Carabinieri di Montalbano Jonico, al termine di un’operazione finalizzata al contrasto dei reati connessi alle sostanze stupefacenti e psicotrope, hanno tratto in arresto  D.L.S.G. (classe 1969), agricoltore, incensurato, unitamente alla figlia D.R. (classe 1996) per il  reato di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti destinate ad un uso non esclusivamente personale.

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, unitamente ai colleghi del Comando Stazione Carabinieri di Montalbano Jonico,  hanno conseguito l’ennesimo successo investigativo nel campo del contrasto al fenomeno dello spaccio nel Comune Jonico, divenuto un business  in fortissima espansione in tutta la fascia jonico-metapontina. Nel tardo pomeriggio di venerdì 8 agosto, i militari, nel corso di un servizio di controllo di osservazione e pedinamento nel centro urbano di Montalbano Jonico, appositamente predisposto per monitorare un soggetto di particolare interesse operativo, già attenzionato  dai militari i quali avevano notato movimenti sospetti di soggetti dediti al consumo di sostanze stupefacenti in entrata e in uscita dall’abitazione del sospetto, hanno proceduto al controllo dell’autovettura alla cui guida si trovava il quarantacinquenne, unitamente alla figlia maggiorenne. A quel punto i militari, capeggiati dal Comandante di Stazione, avendo il fondato motivo di ritenere che  detenesse sostanze stupefacenti a bordo del veicolo, una station wagon, hanno proceduto alla perquisizione del mezzo ove è stato ritrovato, occultato sotto il sedile anteriore lato passeggero, un involucro in cellophane  trasparente, a forma di cipolla, contenente gr. 51  circa di sostanza stupefacente del tipo eroina, nonché strumenti idonei al taglio e al confezionamento della citata sostanza, costituiti da una porzione di sacchetto in cellophane e da 2 rotoli di nastro isolante di colore nero.

Inoltre, nascosta sotto l’aletta parasole lato guidatore, è stata rinvenuta la somma di euro 260 in contanti ed un block notes all’interno del vano porta oggetti con annotato un elenco di nominativi depennati, con a fianco numeri di telefono e somme di denaro, nonché numerose ricevute di ricariche PostePay, tutti elementi dimostrativi di un’attività di spaccio al minuto di sostanze stupefacenti.

Le operazioni si sono concluse alle successive successive ore  23.00, quando, dopo aver effettuato con l’ausilio di unità cinofile antidroga di Tito la perquisizione presso il domicilio dell’uomo, all’interno di un garage nella sua disponibilità è stata ritrovata una dose di sostanza stupefacente del tipo cocaina del peso di gr. 0,51 circa.

Pertanto, padre e figlia sono stati tratti in arresto per il reato di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti destinate ad un uso non esclusivamente personale e sottoposti agli arresti domiciliari su disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica presso Tribunale di Matera,  Dr.ssa  Rosanna Maria De Fraia.

Lunedì 11 agosto il  Tribunale di Matera – Ufficio G.I.P. nella persona del Dr. Angelo Onnorati, ha convalidato gli arresti e disposto l’applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari per il solo quarantacinquenne

L’operazione  certifica, ancora una volta,  l’incessante impegno dell’Arma nell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio del Comune di Montalbano Jonico, con particolare attenzione  ai reati connessi alle sostanze stupefacenti e psicotrope, che  colpiscono le fasce più giovani della società.

 

Compagnia Carabinieri Policoro

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*