Miasmi Pisticci Scalo: interrogazione in consiglio regionale


Il consigliere regionale del Popolo delle Libertà, Gianni Rosa, ha presentato un’interrogazione al presidente della Regione Vito De Filippo per conoscere l’attuale stato ambientale e se siano stati effettuati sopralluoghi ed analisi nell’area residenziale di Pisticci Scalo, interessata da miasmi ed odori fastidiosi.
Un problema sollevato alcuni giorni fa anche dal sindaco di Pisticci, Vito Di Trani.
Grazie alla sensibilità civica del dirigente Pdl di Pisticci, Michele Forte – scrive Rosa – ho protocollato un’interrogazione su un grave episodio avvenuto nel quartiere residenziale di Pisticci Scalo (ex Enichem), ove numerosi cittadini hanno segnalato di avvertire insopportabili miasmi, tali da essere percepiti anche in seguito al semplice transito in auto nell’intera zona. Un fatto preoccupante poiché si sono registrati anche segnalazioni di malori”. Il consigliere regionale ha inoltre evidenziato che “la vicenda oltre a balzare sui mass media, ha visto anche l’intervento dello stesso sindaco di Pisticci Di Trani, che ha effettuato un sopralluogo nella zona e soprattutto presso l’impianto di depurazione della società Tecnoparco, sito in quel quartiere. Dalle notizie apprese pare che sia proprio l’impianto di quella società la causa della presenza dei miasmi”.


Non è certamente la prima volta che in centri della Basilicata avvengano questi fenomeni di degrado ambientale e noncuranza della norma di sicurezza per la salute dei nostri corregionali – prosegue l’esponente del Pdl – per questo motivo ho chiesto esplicitamente al presidente De Filippo se le notizie riguardanti la percezione di miasmi ed odori fastidiosi presso il quartiere residenziale di Pisticci Scalo (ex Enichem) risultano fondate, anche se dubbi di sorta non sussistono.
Inoltre, se dopo le segnalazioni ufficiali del Comune di Pisticci siano stati effettuati sopralluoghi ed analisi e in caso positivo con quali risultati.
Ho anche chiesto quale risulta essere l’attuale stato ambientale dell’intera area.
Essendo un episodio da non sottovalutare da parte delle istituzioni e degli organi sanitari competenti, ho domandato anche quale siano le intenzioni del Governo regionale sulla situazione della area coinvolta dalla presenza dei miasmi”.

“L’auspicio – conclude Rosa – è che il problema sia risolto immediatamente e che la questione non cada come tante altre che toccano l’ambiente e la salute dei cittadini nel solito silenzio istituzionale, un modus operandi che caratterizza la nostra Basilicata.
Al contempo si accertino tutte le responsabilità in modo da essere sanzionate dagli organi competenti”.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*