Metapontino: Gdf scopre maxi evasione fiscale

Questa volta, nella rete investigativa delle Fiamme Gialle, è caduta una nota società della fascia jonica-metapontina, operante nel settore delle installazioni di impianti elettrici.

I finanzieri della Compagnia di Policoro hanno individuato il soggetto attraverso un’articolata attività investigativa che ha evidenziato una serie di rapporti commerciali sospetti intercorsi con varie aziende operanti fuori sede.

È così scattata la verifica fiscale nei confronti della società che ha consentito di ricostruire la reale posizione fiscale del soggetto, soprattutto mediante l’utilizzo dello strumento delle indagini finanziarie estese anche nei confronti di altri soggetti riconducibili alla medesima società. 
Sono stati constatati ricavi non dichiarati per oltre tre milioni di euro e costi indeducibili per oltre mezzo milione di euro, Iva dovuta per oltre quattrocentomila euro e base imponibile d’imposta regionale sulle attività produttive non dichiarata per più di tremilioniduecentomila euro.
L’attività eseguita si inquadra nel più ampio contesto di intensificazione ed incremento qualitativo dei controlli fiscali disposta dall’Organo di Vertice del Corpo per contrastare i fenomeni maggiormente lesivi delle entrate del bilancio dello Stato.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*