Maltempo: “grazie a quanti hanno operato per rispondere all’emergenza”

1463967_552545208161605_356121186_n

“La Basilicata, regione particolarmente esposta al rischio idraulico, anche in questa occasione ha risposto all’emergenza, non solo con il diligente ruolo attivo di molti cittadini, ma anche con un articolato e funzionale sistema di Protezione Civile schierando sul campo le Prefetture, i Sindaci e i Vigili Urbani, i tecnici dell’Ufficio della Protezione civile Regionale, i Vigili del Fuoco e i Volontari e gestori dei servizi pubblici.

Più di quattrocento persone hanno operato nella sola giornata di domenica. Finora sono stati garantiti circa 200 interventi.

A tutti coloro che stanno operando h 24 con abnegazione e professionalità, va il ringraziamento della Regione”.

E’ quanto dichiara l’assessore alle Infrastrutture Luca Braia.
“Una buona organizzazione della Protezione Civile – dichiara ancora Braia – dipende soprattutto dalla capacità di azione e concertazione di ogni sua componente.

La formale istituzione del Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile sicuramente sarà uno degli obiettivi prioritari della prossima Giunta regionale, ma siamo altrettanto convinti che già ad oggi la protezione Civile della Basilicata è pienamente integrata nel Sistema Nazionale dei Centri Funzionali, promosso dal Dipartimento della protezione civile nazionale”.
L’assessore alle infrastrutture si sofferma anche sulle attività specifiche messe in atto dal sistema di Protezione civile regionale.

“La nostra struttura – aggiunge – effettua con competenza e professionalità attività di monitoraggio e sorveglianza in tempo reale degli eventi e dei conseguenti effetti relativi sul territorio ed offre un concreto supporto alle decisioni delle autorità preposte all’allertamento delle diverse componenti del Servizio Nazionale di Protezione Civile.

Mai nel Metapontino si sono registrati decessi – osserva Braia – e mai si è fatto dell’emergenza argomento di speculazione”.

“Per l’attivazione formale da parte del Dipartimento Nazionale di Protezione civile del Centro Funzionale Decentrato della Basilicata – conclude Braia – manca ancora l’attività di previsione meteo ed effetti al suolo, attualmente espletate in sostituzione dal Centro Funzionale nazionale.

Verso questo obiettivo ci stiamo avvicinando, nella consapevolezza di aver già messo in atto gran parte delle necessarie premesse”.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*