L’ultimo concerto a Policoro del cantautore Pino Mango

mango a policoro2

Un malore sul palco del Palaercole di Policoro, mentre cantava “Oro”, uno dei suoi brani più celebri.

E poi la notizia che lascia tutti sgomenti: il cantautore lucano Mango non c’è più, stroncato da un infarto a 60 anni, a Policoro, nella sua Basilicata, durante un evento di beneficenza organizzato a favore dei bambini della Guinea Bissau.

È successo tutto nella tarda serata di domenica 7 dicembre.

[tubepress video=hyKDqjZJqE0 =embeddedWidth=”456″ embeddedHeight=”290″ showRelated=”false” title=”false”]

Mango era l’ospite d’onore dell’evento “World of Colors”, giunto alla sua seconda edizione; una serata ricca di musica, spettacolo e cabaret con altri volti noti come il cantautore Franco Fasano, il cabarettista Dino Paradiso e la cantante Laura Valente, moglie del musicista di Lagonegro.

Ma l’attesa è tutta per lui; quando Mango sale sul palco, a mezzanotte, a salutarlo vi è il lungo applauso dei tantissimi del Palaercole.

La prima canzone è un classico, “La mia città”, cantata con tanta grinta e con una voce unica, accompagnata da un arrangiamento inedito che rende il brano ancora più intenso.

Poi Mango si ferma a chiacchierare con il pubblico, saluta i suoi fans più appassionati, che sono arrivati da tutta Italia per sentirlo anche a Policoro.

E ancora musica, con la cover di “Scrivimi”, l’omaggio a De Andrè e e i brani del nuovo album.

Poi un classico, la canzone “Oro”, per la quale chiede un applauso a salutare i trent’anni dalla sua incisione.

Le prime note al piano e uno “scusate” al pubblico per l’interruzione dovuta a quel malore improvviso.

I soccorsi, l’ambulanza, la corsa in ospedale e quella notizia che lascia tutti increduli e sgomenti: “La nostra rondine è volata via nel cielo sbagliato – scrive il suo staff nella pagina Facebook ufficiale – Pino resterai sempre nel nostro cuore perchè come   cantavi qualche anno fa ‘Non moriremo mai, il senso è tutto qui’. Ci uniamo al dolore della famiglia”.

Un dolore che ha lasciato sinceramente colpiti tutti gli appassionati della musica e un’intera regione, quella Basilicata di cui Mango è stato grande ambasciatore con la sua voce, le sue sonorità, la sua anima, la sua poesia.

 

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*