On line il sito per le celebrazioni del centenario della nascita di Emilio Colombo

Logo_centenario Emilio Colombo

Sabato 11 aprile, nella ricorrenza dei cento anni dalla nascita di Emilio Colombo, il Centro Studi Internazionali Emilio Colombo (sezione del Centro di Geomorfologia Integrata per l’Area del Mediterraneo-CGIAM di Potenza) organizza un evento commemorativo online e ufficializza il lancio del sito web https://www.centenarioemiliocolombo.it/

Uno spazio virtuale immaginato come un luogo della memoria attiva dove approfondire e ricordare la storia di uno dei maggiori protagonisti della nostra storia repubblicana.

Il progetto riprende e anticipa, in parte, i contenuti della mostra itinerante voluta dal Centro, d’intesa con il Comune di Potenza, e rinviata a causa dell’attuale emergenza sanitaria. Il sito internet dedicato è navigabile in diverse sezioni: tra i contenuti fruibili, infatti, si può consultare una parte del patrimonio fotografico conservato presso la Biblioteca “Maurizio Leggeri”- afferente al CGIAM- e che costituisce il “Fondo Emilio Colombo”, corredato da alcuni approfondimenti relativi al volume edito da Laterza “Emilio Colombo. L’ultimo dei Costituenti”, a cura di Donato Verrastro ed Elena Vigilante. Seguono altre sezioni: “Teche”, in cui si può visionare il film-documentario “Emilio Colombo: memorie di un Presidente”, curato da Alessandra Peralta e Cleto Cifarelli, insieme ad altri contributi multimediali in costante aggiornamento; “Testimonianze”, con il ricordo di alcuni protagonisti del secondo Novecento italiano; “Eventi”, con una rassegna dei principali eventi calendarizzati per le celebrazioni del Centenario della nascita di Emilio Colombo.

La piattaforma è disponibile online e verrà costantemente aggiornata nel tempo, fornendo agli utenti ulteriori contenuti per ripercorrere l’intensa vita e la lunga carriera politica di Emilio Colombo.

Tutti gli aggiornamenti saranno visibili sulle pagine facebook del CGIAM

https://www.facebook.com/CGIAM-Centro-di-Geomorfologia-Integrata-per-lArea-del-Mediterraneo1674916292779372/

e della Biblioteca “Maurizio Leggeri”

https://www.facebook.com/bibliotecaLeggeri/

Post correlati

Ultime