Le alluvioni del Metapontino in un sito

Scritto da Emmenews on . Postato in Cronaca

Un sito come memoria storico – scientifica degli eventi alluvionali accaduti nel Metapontino negli ultimi cinquant’anni.
È l’idea di Emanuele Tataranni, venticinquenne di Matera, fresco laureato in Scienze e Tecnologie geologiche presso il Centro di Geotecnologie dell’Università degli Studi di Siena.
Il neo dottore lucano ha voluto realizzare, per la sua tesi di laurea, una complessa ricerca sugli eventi alluvionali succedutisi lungo la costa jonica lucana nel periodo 1959 – 2012.
Il webgis EvAlMet (Eventi alluvionali e precipitazioni meteoriche eccezionali del Metapontino) è consultabile all’indirizzo www.evalmet.it., con un database dedicato agli eventi calamitosi che hanno interessato la piana di Metaponto dalla fine degli anni Cinquanta ad oggi.
A ogni evento è associata una scheda descrittiva contenente pubblicazioni con materiale iconografico e video mentre gli enti locali competenti nel settore della meteorologia e della tutela del territorio di consultare in modalità interattiva le rilevazioni effettuate dalle stazioni meteorologiche a partire dal 1919, stimolando in questo modo la cooperazione tra le istituzioni per la difesa del suolo.
Inoltre, attraverso un form di ricerca, l’utente può risalire a tutti gli articoli delle fonti di cronaca inerenti agli eventi alluvionali a partire dallo storico e devastante evento del 1959, inserendo una parola chiave di ricerca.
Per ognuno di essi è possibile leggere una breve descrizione dell’evento e consultare i danni rilevati in ogni Comune colpito: cliccando sul Comune desiderato si apre una nuova scheda in cui sono riportate immagini e video dell’evento alluvionale.
Con questo progetto – ha spiegato Emanuele Tataranni – voglio stimolare la partecipazione pubblica e l’interesse degli abitanti della provincia verso il Metapontino.
Chiunque voglia partecipare attivamente può fornire materiale fotografico da pubblicare e ne è rispettata la proprietà intellettuale.
Questo è un piccolo contributo – ha concluso – per la difesa del territorio. Ritengo infatti che noi giovani studenti fuorisede possiamo realmente incidere sulle scelte politiche locali”.
Un lavoro in realtà particolarmente complesso e difficile, nato dal forte legame tra il giovane professionista lucano e la sua terra che, attraverso la Provincia di Matera, ha voluto dimostrargli la giusta gratitudine: giovedì Emanuele Tataranni è stato ricevuto dal presidente dell’ente di via Ridola, Franco Stella, e dalla sua giunta mentre il Webgis sarà ospitato nel portale istituzionale della Provincia.
Commenti

Questo articolo è stato letto 856volte!

Servizi

Media

WEB TV

Network

Supporto