La Polizia postale incontra gli studenti dell’I.T.S.E.T Manlio Capitolo di Tursi

“I ragazzi sono sempre al telefono, ormai è il loro mondo”, “eh ma mio figlio è uno smanettone, velocissimo online!”, “gli studenti di oggi sono nativi digitali, ci sanno fare!” e tante frasi simili dipingono spesso dei luoghi comuni sulle – presunte – competenze dei giovanissimi utenti della rete. Ma sarà proprio così? Gli studenti del biennio dell’I.T.S.E.T Manlio Capitolo di Tursi, hanno avuto modo di discuterne in un incontro con il personale della Commissariato di PS Online, Antonio Elettrico, sovrintendente capo, e Marco Maraglino, assistente, in rappresentanza del Compartimento Polizia Postale Basilicata – sez. di Matera. Hanno discusso di cyberbullismo, adescamento, revenge porn, truffe online, furti d’identità: fenomeni – purtroppo – attualissimi e che hanno catalizzato l’interesse degli alunni, che hanno ascoltato con attenzione le testimonianze del personale della Polizia Postale e posto domande pertinenti. “Si è maturata la consapevolezza che – tra le altre cose – ciò che viene postato in rete – si legge nella nota – ci resta per sempre, che tastiera e schermo non offrono anonimato se si commettono attività illecite e che non si ha mai la certezza di chi ci sia dall’altro capo della conversazione. Un uso di Internet consapevole, giusto e rispettoso degli altri è possibile: sta a tutti noi fare della rete un luogo migliore e più sicuro.”
.
.


Post correlati