Incendio Pisticci: fermato sessantacinquenne



Le condizioni meteorologiche di questa stagione estiva, caratterizzata da temperature torride e giornate ventose, creano le condizioni favorevoli alla propagazione degli incendi.

Nell’anno in corso in Basilicata si sono verificati 291 incendi, alcuni dei quali hanno interessato aree di particolare interesse naturalistico quale le aree boscate della fascia jonica e quelle fluviali sottoposte a vincolo paesaggistico della provincia di Matera.
Notevoli, quest’anno, anche i danni arrecati dalle fiamme ai rimboschimenti impiantati per consolidare le pendici franose sottoposte a vincolo idrogeologico.
Per tali motivi il Corpo Forestale dello Stato mantiene alta la vigilanza e sottopone a costanti monitoraggi le aree più a rischio.

La sera del giorno mercoledì primo agosto il personale del Comando Stazione Forestale di Pisticci e dei Vigili del Fuoco di Matera è intervenuto per domare un incendio che interessava un bosco di macchia mediterranea in località Cicimone, agro di Pisticci.

Durante le operazioni di spegnimento i Forestali e i Vigili del Fuoco hanno notato altre due colonne di fumo levarsi da una zona limitrofa a quella già percorsa delle fiamme.
I Forestali e i Vigili del Fuoco si sono prontamente diretti sul luogo ove erano presenti i due nuovi focolai e li hanno individuato l’autore degli incendi, L.R., di anni 65, pisticcese.
I Forestali hanno fermato il responsabile del reato che è stato immediatamente condotto presso la locale Stazione Forestale.
Il sessantacinquenne, durante le procedure di identificazione ha farneticato e ha dato evidenti segni di non essere nelle piene facoltà mentali quindi i Forestali, sentito il Pubblico Ministero reperibile, l’hanno fatto sottoporre ad accertamenti sanitari.
A seguito di tali accertamenti il Sindaco di Pisticci ha convalidato la proposta dei sanitari disponendo il Trattamento Sanitario Obbligatorio del fermato presso il reparto di Psichiatria dell’Ospedale Madonna delle Grazie di Matera.
Dai primi accertamenti sembrerebbe che l’incendio appiccato in località Cicimone presenti numerose analogie con altri vasti incendi che hanno interessato la zona; gli investigatori del Corpo Forestale dello Stato stanno eseguendo più dettagliati accertamenti per verificare tale ipotesi investigativa.
Il fermo dell’incendiario pisticcese segue altri due arresti e altre denunce a piede libero effettuati quest’anno dal Corpo Forestale dello Stato della Provincia di Matera per i reati di incendio boschivo doloso (art. 423 bis c.p.).
Comando Provinciale Corpo Forestale dello Stato

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*