In arrivo il Bonus Benzina per i lucani


E’ in arrivo, per i residenti in Basilicata, la carta per il bonus idrocarburi, una carta prepagata per l’acquisto di carburante.
Il tanto annunciato bonus per la benzina è così arrivato, attraverso i decreti interministeriali del 12 novembre 2010 e del 21 febbraio 2011 che hanno dato attuazione all’articolo 45 della legge 99/09, il quale prevede un’aliquota di prodotto aggiuntiva del 3% sulla produzione di idrocarburi da destinare ai residenti, maggiorenni e muniti di patente di guida, residenti nelle Regioni interessate dall’estrazione di petrolio.
Per gli importi versati nel 2010, relativi alla produzione di idrocarburi nell’anno 2009, la Regione alla quale viene destinato il “Bonus Idrocarburi” è la Basilicata, il cui giacimento della Val d’Agri è il più grande d’Europa su terraferma, e rappresenta per l’Italia oltre l’80% della produzione nazionale di greggio.
I requisiti richiesti ai beneficiari sono: la maggiore età, la patente di giuda, in tutte le categorie, e la residenza nella Regione Basilicata.
Il Bonus Idrocarburi verrà erogato attraverso una carta prepagata, inviata dal Ministero dello Sviluppo Economico e dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, per l’acquisto di carburante presso i distributori abilitati.
Si può richiedere la carta presso gli uffici postali da lunedì 4 luglio al 10 settembre.
Sul sito internet di Poste Italiane sono disponibili tutte le informazioni sulle modalità di richiesta e di utilizzo della carta prepagata e la relativa modulistica.
L’importo del Bonus dipende dalle quantità di idrocarburi estratte dalle Società, per cui è variabile anno per anno.
Secondo un primo calcolo, all’interno di ogni singola carta dovrebbero essere caricati, per l’anno in corso, circa novanta euro da utilizzare per acquistare carburante.
Proprio per offrire assistenza a chi vorrà richiedere la card, numerose associazioni si stanno organizzando per offrire questo servizio, come a Montalbano, con l’associazione Euterpe, o a Policoro con il caf Associazione Nazionale di Azione Sociale.

Post correlati

15 Commenti

  1. il popolo lucano non puo ancora subire ,le esigenze sono ben altre non continuate con questa politica di elemosina ciao da picone

  2. Non è tanto ma è un buon inizio. per vivere bisogna lavorare e non aspettare che qualcuno lo faccia per noi!! quindi, signori scontenti, anche soli 90 euro non sono proprio da buttar via per niente!! 90 euro equivalgono per i piu fortunati a circa un giorno di lavoro, per molti anche due o tre. per gli anni futuri ci sarà di certo qualcosa in piu. ciao, Pupetto

  3. penso che la politica regionale,ci abbia preso x babbei che si accontentano di cosi poco,certo meglio di nulla,nessun dire.MA CREDO CHE CI SONO ALTRE COSE + IMPORTANTI DA DOVER FARE,VEDI INFRASTRURE,STRADE CHE SONO COLABRODI,ALLA 1 ACQUA CI SI ALLAGA,LAVORO CHE SI CONTINUA A PERDERE.A I NOSTRI CARI POLITICI MA DOVE VIVETE,NEL PAESE DEI BABBEI,GLI OCHHI GLI AVETE ,O FATE FINTA DI NON UDIRE E VEDERE?

  4. Sono lucano e vivo a Bologna da un paio di anni, ovviamente per lavoro. Al mio paese la benzina costa circa 10 centisimi al litro in più rispetto al nord. Qualcuno si è mai chiesto perchè? Che tristezza…

  5. Sono contento di devastare la mia regione e avere lo sconto benzina. Con 90 euro di carburante posso finalmente andare con la mia macchina a prendermelo nel culo come lucano.

  6. senza parole…..ma che pensano di prenderci in giro? io ricordo che lo slogan durante tutta la campagna elettorale era: benzina meno cara per i lucani. tutto ciò non lo vedo e questa card è l’ennesimo schiaffo alla popolazione.

  7. Continuiamo ad interpretare la parte dei pezzenti!! basta con l’elemosina….pensiamo allo sviluppo della regione!!

  8. solo 90 euro che vergogna,perchè non si rispetta quello che hanno detto in campagna elettorare -0.50 centesimi a litro per i residenti???????non conviene??????

  9. Questo bonus di 90€ circa pro cittadino Lucano comporta un aumento delle royalties di circa il 3% che sommato all’attuale 7% che incassiamo come regione ci sposta a quota 10%.
    La Nigeria già da anni incassa il 45% sulle estrazioni di greggio nella loro nazione!!
    Comunque evviva il bonus, evviva gli stipendi di chi ci governa, evviva tutti i bonus che incassano i nostri governanti. EVVIVA.

  10. Elemosina,solo elemosina ci tengono con la catena corta, eni Veleni. E poi ci illudiamo di essere liberi, noi lucani siamo un popolo oppresso e solo.Chi ci governa ci umilia giorno per giorno.,Amo la mia terra le mie montagne i miei boschi il mio mare e nessuno me lo portera via nei miei ricordi.

  11. QUALCHE DOMANDA SULLA CARTA CARBURANTI AI LUCANI:
    Quanto incassa MasterCard per ciascuna Carta
    Quanto incassa Poste Italiane per ciascuna Carta
    Quanto incasseranno Poste e MasterCard per ciascuna transazione di utilizzo della Carta?
    A chi andranno le somme che dovessero restare non utilizzate in giacenza sulle carte?
    Quanto tempo prima verrà versato l’intero importo a Poste?
    Quanti giorni di valuta lucrerà Poste e MasterCard sulle giacenze prima che siano spese?
    Poste Italiane e MasterCard non sono gli stessi soggetti dell’operazione “SocialCard”?
    E’ vero che Poste Italiane ha in piedi un accordo commerciale con Mediolanum per uso sportelli e per (combinazione?) Carte di credito (Carte PostaPay)?
    Chi sono i soci proprietari di Mediolanum?
    Quanto verrebbe invece a testa a ciascun patentato lucano al netto dei guadagni qui riassunti?
    E POI :
    Quale è il senso della distribuzione di una card a TUTTI i patentati lucani?
    Perché la stessa somma alla nonna patentata ottantenne che mette 90 euro di benzina all’anno e al lavoratore pendolare che 90 euro di benzina li consuma in due giorni ?
    Perché la stessa somma anche al neo patentato 18enne che non possiede neppure la macchina e a quello che usa la macchina per andare a passeggio o al tassista o al camionista o al trasfertista che la benzina se la fanno già rimborsare ?
    Perché la stessa somma al guidatore di SUV da 80.000 euro che quindi si può ben permettere di pagarne i consumi e la stessa somma a chi non ha potuto cambiare la vecchia carretta nemmeno con gli incentivi di rottamazione?
    E infine, 90 euro cosa cambiano?
    Non ssrebbe stato forse più ragionevole dare 500 euro ai lavoratori pendolari (che non possono usare il treno o gli autobus per le note ragioni) e nulla a quelli del SUV?
    Alla luce di queste riflessioni, chi sono, infine i veri beneficiari dell’operazione? Poste? MasterCard? Altri?

    (w/cody)

  12. perchè dare lo stesso importo a chi è nelle immediate vicinanze dei pozzi e del centro oli e si respira tutte quelle schifezze a differenza di chi è a centinaia di km di distanza ?

  13. Concordo pienamente con l’ultimo post!a benificiate di tutto questo non saranno certamente i lucani.ribbelliamoci a tutto questo scempio!diciamo basta!

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*