“Sul futuro dell’ospedale di Tinchi i meriti sono del Comitato”

Comitato Ospedale Tinchi

Nuovo incontro organizzato dal Comitato in Difesa dell’Ospedale di Tinchi, svoltosi presso il centro Tilt di Marconia lo scorso 3 ottobre.

Al centro della discussione le recenti decisioni prese dalla Regione Basilicata e dall’Azienda Sanitaria di Matera sul futuro della struttura.

Senza il Comitato – si legge in una nota – non si sarebbe arrivato ai risultati attuali, al bando per la costruzione della nuova dialisi, al bando per il centro di riabilitazione cardio-polmonare, ortopedica e oncologica, al mantenimento di tutti gli ambulatori che erano già pronti per essere trasferiti tra Policoro e Matera.

E’ tutto merito della determinazione dei cittadini che hanno sempre lottato con il comitato, che hanno difeso con le unghia e con i denti il Laboratorio di Analisi e di tutti gli altri servizi della sanità pubblica.

Sono state ricordate le manifestazioni anche davanti alla sede dell’ASM a Matera per chiedere la revoca della delibera 792 che introduceva il cosiddetto “Laboratorio Unico Logico” che di fatto cancellava il Laboratorio di Analisi di Tinchi e lasciava, bontà loro, solo la sala prelievi.

Il risultato è che l’Ospedale di Tinchi non chiuderà nonostante la volontà di chi ha usato relazioni tecniche e “problemi di stabilità” come un arma contro il nostro territorio.

Il risultato è delle donne e degli uomini che hanno dormito sul tetto 4 anni fa, che hanno fatto i turni al presidio, che hanno lottato e vigilato ogni giorno, che hanno gridato e protestato contro chi voleva chiudere il laboratorio di analisi, contro chi non guardava e pensava a ben altro, che non si sono mai arresi, che hanno dimostrato determinazione e intelligenza.

Non ci sono altri meriti.

I meriti sono, senza presunzione, del Comitato”.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*