Frase sessista: Scoppia la polemica su Leone

Non si placano le polemiche scaturite dalla frase pronunciata dal consigliere di Fratelli d’Italia, Rocco Leone, durante le votazioni di aula del Presidente del Consiglio regionale della Basilicata e riferite all’Assessore ai Trasporti Donatella Merra. Cgil Cisl e Uil Basilicata hanno convocato per la giornata di domani, una manifestazione davanti alla Regione per chiedere le immediate dimissioni di Leone. “Oscene, irripetibili e inaccettabili già in un contesto ‘ordinario’,scrivono in una nota i sindacati che non perdonano le offese rivolte all’Assessore Merra, nella massima assise della Regione”, scrivono
Dura la reazione della Commissione regionale per le Pari opportunità che esprime solidarietà a Merra e chiede dimissioni immediate e pubbliche scuse del consigliere Leone, “senza scendere nei particolari alquanto disgustosi che circolano” si legge in un comunicato firmato dalla presidente Margherita Perretti.
Di “parole vergognose, sessiste e volgari” parla sui social la segretaria provinciale del Pd di Potenza, Maura Locantore, mentre anche il segretario regionale, Raffaele Laregina chiede le dimissioni .
Per Articolo Uno “il neo-eletto presidente del consiglio regionale Carmine Cicala non scelga di voltarsi dall’altra parte”.
Interpellato al telefono dalla Tgr, Rocco Leone, respinge le accuse: “Era una battuta goliardica, non volevo offendere nessuno” ha detto, aggiungendo: “c’è un rapporto di stima e affetto con Donatella Merra”. 
intanto anche la Boldrini commenta sui social l’episodio che ha visto coinvolto l’ex Assessore alla Sanità della regione Basilicata. “Un’affermazione veramente disgustosa e misogina, – scrive – chi l’ha pronunciata non è un soggetto adatto a rappresentare le istituzioni. Dovrebbe fare solo due cose: scusarsi e poi dimettersi, per salvaguardare la dignità del consiglio regionale.

Post correlati