Club Soroptimist Matera si unisce all’appello per il dipinto di Carlo Levi

Anche il Club Soroptimist Matera si unisce all’appello del regista e attore Ulderico Pesce, finalizzato a sensibilizzare la Regione Basilicata e i Comuni della provincia con l’intento di trovare le risorse necessarie affinché il patrimonio culturale lucano si arricchisca di un nuovo e prezioso elemento della sua storia. 

L’artista, a conclusione della rappresentazione teatrale “Luce del Sud”, andata in scena nel chiostro di San Domenico, sede della Prefettura di Matera, ha sottolineato l’importanza del dipinto realizzato da Carlo Levi nel 1935, durante il confino trascorso ad Aliano. L’opera intitolata “Antonio, Peppino e il cane Barone”, raffigura dei soggetti protagonisti di una grande tela di cui si racconta anche nell’opera letteraria “Cristo si è fermato a Eboli”.

La presidente del sodalizio materano, dottoressa Patrizia Minardi, ribadisce l’urgenza di non far cadere la richiesta nel vuoto e, dunque, consentire di impreziosire il patrimonio lucano di una ulteriore ricchezza dal valore inestimabile

Da sempre Club Soroptimist Matera è impegnato nel settore dell’arte in particolare nel restauro di beni culturali, come quello Reggia di Caserta- Fontana di Diana e Atteone la cui inaugurazione è prevista per martedì 4 ottobre.

Post correlati