Ciclismo: a Domenico Pozzovivo la seconda tappa del Giro del Trentino

Domenico Pozzovivo Giro del Trentino

Va al ciclista lucano Domenico Pozzovivo la seconda tappa del Giro del Trentino.

Il corridore di Montalbano Jonico arriva a braccia alzate sul traguardo in cima a Fierozzo in Val dei Mocheni; Pozzovivo ha aspettato l’ultima salita per sferrare il suo contropiede: si è riportato sui fuggitivi di giornata ed ha insistito nell’azione volando in solitaria al traguardo, mentre alle sue spalle l’australiano Richie Porte (Sky Cycling Team) ha tenuto sotto controllo i rivali e mantenuto la maglia di leader della classifica generale.

Continua ancora il feeling tra il corridore lucano e la corsa a tappe trentina: è la quarta vittoria di tappa in carriera in Trentino, più la classifica finale nell’edizione 2012 ed oggi con convinzione e scioltezza sui pedali ha messo da parte la giornata-no di Brentonico che lo ha visto in tredicesima posizione all’arrivo.

La spettacolare e tecnica discesa dal Passo di Redebus ha tenuto sotto pressione tutti i corridori fino all’attacco degli 8 chilometri finali in salita verso Fierozzo, nello splendido scenario della Val dei Mocheni.

Un volitivo Damiano Cunego (Nippo-Vini Fantini) ha infiammato la bagarre ai meno 3 chilometri ma successivamente con uno scatto secco, in prossimità del punto più complicato della salita, Pozzovivo è andato via senza replica da parte degli avversari, ritrovando così la brillantezza e il sapore della vittoria tra due ali di folla e davanti agli occhi dei suoi genitori che sono partiti dalla Basilicata.

“ Dopo la mezza delusione di ieri, è una vittoria che ci voleva – ha commentato il corridore lucano, alla quindicesima vittoria in carriera, la seconda in questo 2015 dopo una tappa al Giro della Catalogna -, con la squadra abbiamo corso il meglio possibile. Mi sento pronto per un Giro d’Italia da protagonista, in cui punto ad essere tra i primi cinque e possibilmente sul podio. Per ora ho centrato l’obiettivo di vincere una tappa in Trentino , segno di una condizione in crescita e che mi fa ben sperare di essere tra i protagonisti alla Liegi-Bastogne-Liegi ”.

Porte, ad oggi numero 1 al mondo dell’UCI World Tour, ha tenuto la maglia di leader controllando tutti i rivali e chiudendo al terzo posto dietro lo spagnolo Mikel Landa (Team Astana), a una manciata di secondi da Pozzovivo.

Grande prova dell’altro corridore lucano Antonio Santoro a fianco di Davide Gaburro con la nazionale mista di Davide Cassani che punta sull’entusiasmo, sulla crescita e che non si è posto l’obiettivo di vincere il Giro del Trentino.

Santoro è rimasto con i migliori fino al Redebus per presentarsi insieme a loro anche sulla salita che portava al traguardo di Fierozzo. E’ il primo del gruppo azzurro a tagliare il traguardo (25° a 1’57”), seguito a poca distanza da Davide Gabburo (36° a 4’33”).

“ Oggi mi sentivo meglio – ha detto Santoro, il corridore di Potenza in forza alla MG K Vis Vega Norda -. Nella tappa di ieri ho sofferto molto il caldo. La salita del Redebus mi è piaciuta molto Sono rimasto con il gruppo di Porte fino a tre chilometri dall’arrivo. Poi quando è cominciata la bagarre con Pozzovivo non ce l’ho fatta e sono salito con il mio passo ”. In classifica generale Davide Gabburo è 33°, a 11’29” (5° nella classifica dei giovani), mentre Santoro (che dopo l’esperienza in maglia azzurra correrà il Giro dell’Appennino a Pontedecimo con il suo club) è 36°, a 11’58”.

Il comitato regionale della Federciclismo Basilicata, presieduto da Carmine Acquasanta, rivolge i complimenti ai due corridori lucani che stanno dando il meglio in questo inizio di stagione e un sincero grazie per le emozioni che hanno regalato in terra trentina a testimonianza di un movimento ciclistico regionale sempre in crescita.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*