Chiesto incontro sulla questione svincolo area artigianale Policoro

area artigianale

“La questione dello svincolo per l’area artigianale di Policoro non può essere più rinviata. Per questo, insieme al sindaco Rocco Leone, ho chiesto all’Anas e all’assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti, Luca Braia, un incontro urgente da tenersi proprio nel comune jonico e dedicato proprio all’argomento viabilità”.

É quanto dichiara il consigliere comunale di Policoro Giuseppe Ferrara (“Impegno Comune”).

“Sono due anni che portiamo avanti la battaglia per avere l’accesso diretto all’area artigianale dalla statale 106 Jonica – ricorda Ferrara – Nel passato ho personalmente avviato una raccolta firme a cui hanno aderito tutti gli operatori della zona e non solo. Dopo questa sollecitazione, personale dell’Anas aveva effettuato un sopralluogo, visionando anche un bozza di progetto di massima; l’esito fu positivo poiché, secondo gli esperti, vi era la fattiva possibilità di realizzare uno svincolo proprio all’altezza della suddetta area. Tuttavia, dopo l’incontro, non è stato fatto più nulla.

Oggi i tempi sono maturi per riprendere in mano questa iniziativa e permettere agli operatori artigianali di Policoro di poter usufruire di una necessaria infrastruttura per le loro attività economiche; ricordiamo che nel territorio del nostro comune esiste solo una via d’accesso sulla statale Jonica per chi proviene dalla Calabria, a differenza invece di quanto accade per gli altri comuni del Metapontino.

In questo modo si potrà ovviare ad una grossa carenza per il territorio, carenza che  sicuramente non ci sarebbe stata se, nel momento dei lavori di allargamento di tale arteria, ci fosse stata maggiore attenzione alla progettazione. Stesso discorso per i ponti lungo le complanari, che ad oggi ancora mancano.

Il mio appello è rivolto all’Anas, come gestore della strada, e alla Regione Basilicata – conclude Ferrara – si intervenga in tempi rapidi anche perchè i costi per realizzare un primo svincolo sulla corsia Nord non sono particolarmente elevati”.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*