Calcio a 5: si chiude a Rossano il campionato dell’Avis Borussia Policoro

avis

Si chiudono le danze nella regular season del campionato di serie A2 di calcio a 5; la passerella finale per la già salva Avis Borussia Policoro sarà a Rossano dove, alle ore 16, affronterà l’Odissea2000.

In campo due squadre che hanno già conquistato l’obiettivo stagionale, la tranquilla permanenza in A2, e possono affrontare in tutta tranquillità l’ultimo impegno della stagione.

La compagine policorese è salva da sabato scorso dopo la vittoria casalinga sul Catanzaro avendo, in caso di arrivo a tre con Libertas Eraclea e Golden Eagle Partenope, una migliore classifica avulsa, vantaggio degli scontri diretti contro i campani e miglior differenza reti contro i “cugini” della Libertas (ben 36 gol di vantaggio).

Si prospetta pertanto una gara divertente e affrontata a viso aperto, entrambe le squadre vorranno chiudere in bellezza il campionato.

La distanza in classifica tra le due formazioni è di tre punti, 26 quelli dell’Odissea2000, mentre sono 23, ma con un punto di penalizzazione, quelli dell’Avis Borussia, con tre punti di vantaggio sulla coppia Libertas Eraclea-Partenope.

Per la trasferta di Rossano mister Michele Pavone deve fare a meno del capitano Alfredo Grandinetti, fermato dal giudice sportivo per un turno.

Il tecnico materano è molto soddisfatto della salvezza ottenuta, per lui quindici punti in sette gare: ”quella di sabato è una partita ininfluente ai fini della classifica, ma andiamo lì per giocarcela e cercare di ottenere il massimo risultato, abbiamo le carte in regola per riuscirci. Loro sono un’ottima squadra e vorranno chiudere con una vittoria davanti al proprio pubblico, credo possa venir fuori una partita divertente”.

Poi un pensiero sul mezzo miracolo ottenuto, con la permanenza in serie A2 ottenuta addirittura con una giornata di anticipo: ”son arrivato qui trovano una squadra spenta, demotivata, una buona squadra che aveva bisogno di ritrovare stimoli. La vittoria arrivata oltre le previsioni è stata quella contro la Salinis, sapevamo fosse difficile, ma comunque noi ci credevamo. Il merito è tutto dei ragazzi, hanno lavorato duro, non si sono mai fermati, è un risultato che meritavano”.

Post correlati

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*