Calcio a 5: sconfitta laziale per la Libertas Eraclea

libertas

Ritorno con sconfitta per mister Angelo Bommino, subentrato sulla panchina della Libertas Eraclea in settimana dopo le dimissioni di mister Leo Tuoto.

Nella settima giornata del campionato di serie A2 gli ionici, in trasferta a Roma, vengono  battuti per sette a quattro dal Futsal Isola, interrompendo una striscia positiva iniziata nella seconda giornata.

Una gara caratterizzata da errori ed episodi che hanno segnato negativamente una prestazione altrimenti molto buona della formazione metapontina.

In particolare i quattro minuti di totale black out alla metà del primo tempo hanno segnato l’intera partita, portando i rossoneri sotto di quattro reti. Un dislivello difficile da recuperare.

Inoltre le numerose occasioni perdute sotto porta nel secondo tempo sono culminate nell’annullamento di una rete di Dipinto che avrebbe potuto riaprire i giochi.

Bommino schiera Taibi, Zancanaro, Rispoli, Bavaresco e Bassani.

Nei primi dieci minuti le formazioni sono guardinghe e il gioco equilibrato.

Poi, in poco più di tre minuti il volto della partita cambia radicalmente.

E’ il minuto 9 ad essere fatale per la Libertas: nel giro di 30 secondi i laziali vanno a segno per ben tre volte, con Moreira, Emer e ancora Moreira, mettendo una seria ipoteca sul risultato finale.

Il quarto gol non si fa attendere: all’11’ Lutta insacca alle spalle di Taibi, dolorante alla gamba sinistra.

I rossoneri si ridestano dal torpore e cercano di accorciare. É Taibi che trova la prima rete circa un minuto più tardi. I padroni di casa provano a ristabilire le distanze, ci riesce Marchetti con un incredibile tiro all’incrocio dei pali che spiazza il portiere.

La reazione ha il nome di Bassani che mette la sua firma sul 2 – 5. Poco dopo le squadre si ritirano negli spogliatoi.

Nella ripresa si vede la squadra organizzata e combattiva che ci si attendeva.

La Libertas domina il campo lasciando pochissimo spazio alle iniziative dell’Isola, che peró è più cinica e fortunata e sfrutta ogni spiraglio. Bommino utilizza a più riprese il portiere in movimento, una scelta che ha dato frutto.

Dipinto segna il 3 – 5 quando sono trascorsi tre minuti e prova ad infilare la porta di Basile con estrema caparbietà, ma scarsa fortuna, per tutto il secondo tempo.

Un minuto più tardi  è Luiz ad insaccare. Poco dopo l’annullamento del gol di Dipinto frena la rincorsa e le speranze della Libertas.

Non manca, comunque, il quarto gol ad opera di Zancanaro, quando mancano poco più di due minuti al fischio finale.

L’ultima segnatura della giornata è per il giapponese Yoshifumi che, sfruttando la presenza in campo del portiere in movimento, prova dalla lunghissima distanza e centra la porta per il definitivo 7 – 4.

“Ho visto una squadra molto determinata e volenterosa soprattutto nel secondo tempo – ha commentato a fine gara mister Bommino – Onore ai ragazzi che ci hanno creduto fino alla fine. Certo, dispiace sempre una sconfitta ma non ci sentiamo abbattuti. Abbiamo molte risorse e lo abbiamo dimostrato, questa esperienza ci servirà a lavorare e a migliorare”.

“Abbiamo fatto un grande secondo tempo – commenta Leonardo Todaro – non meritavamo di perdere. La partita è stata segnata dai minuti di amnesia nel primo tempo che ci hanno portato sotto di quattro gol che non siamo riusciti a recuperare. Un po’ per sfortuna un po’ per colpa nostra”.

Il risultato laziale interrompe una striscia positiva che per gli ionici era iniziata nella seconda giornata; la Libertas resta a quota 10 punti e viene raggiunta in classifica proprio dal Futsal Isola.

 

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*