Calcio a 5: l’Avis Borussia Policoro superata dall’Atletico Belvedere

avis-belvedere

Non bastano cinque reti all’Avis Borussia Policoro per siglare il primo successo casalingo in serie A2.

Nella sfida del Palaercole di Policoro passa invece la capolista Atletico Belvedere, che batte i padroni di casa per sei a cinque, in un match che li ha visti in avanti dall’inizio alla fine.

Gli jonici hanno pagato lo scotto di qualche svista difensiva di troppo che nemmeno le acrobazie dell’estremo difensore Cecio Laviola sono riuscite a neutralizzare.

Avis Borussia in campo alla ricerca della prima vittoria in casa; Atletico Belvedere con l’obiettivo di portare a casa i tre punti per non perdere la vetta della classifica.

La prima occasione  del match è di marca calabrese con il rasoterra di Quinellato che finisce di poco a lato; poco dopo replica Bertoni che, sugli sviluppi di un calcio di punizione, centra il palo.

[tubepress video=IIHbCaxe6EY =embeddedWidth=”456″ embeddedHeight=”290″ showRelated=”false” title=”false”]

Ma al 6′ sono gli ospiti a passare in vantaggio: Quinellato se ne va sulla fascia sinistra; serve Scigliano sotto rete che salta Laviola per poi servire ancora Quinellato, il suo tocco centra la traversa e poi finisce in rete.

Due minuti dopo Laviola salva una rete fatta di Scigliano ma non può nulla al 9′ quando il suo rinvio su Guigho finisce tra i piedi di Scigliano che, tutto solo sotto rete, non fallisce e sigla il due a zero.

Un minuto dopo e arriva ancora un brivido per la panchina biancorossa: capitan Schurtz centra la traversa.

L’Avis Borussia ha bisogno di una scossa che arriva all’11’: Goldoni ruba palla, serve Pizzo in mezzo e questi non  sbaglia, siglando la prima rete policorese della partita.

Poco dopo è Creaco a cercare di sorprendere tutti, la sua palla finisce sull’estremo difensore De Brasi; il suo rinvio è raccolto da Do Prado che se ne va ma Laviola blocca tutto.

È il preludio della terza rete calabrese che arriva al 12′: Batata prende la palla nella sua metà campo,  se ne va tutto solo per poi servire Quinellato che non sbaglia e trafigge la porta dell’Avis.

Ma i padroni di casa non ci stanno e tempo dieci secondi reagiscono con una vigorosa girata al volo di Scharnovski, imprendibile per la difesa calabrese.

Il match è apertissimo; nella ripresa i padroni di casa cercano la sortita giusta ma sono costretti a subire le manovre dell’Atletico Belvedere che, nel giro di un minuto e mezzo, realizza ben due reti, prima con Schurtz  e poi ancora con Quinellato.

Sembra ormai fatta per i calabresi ma all’8′ l’Avis accorcia le distanze sugli sviluppi di una punizione dal limite grazie a Russo.

Un minuto dopo e l’Atletico Belvedere riporta a più tre lo score a suo favore grazie al solito Quinellato, ancora una volta abile a raccogliere un rinvio col corpo di Laviola e a trasformarlo in rete.

Mister Suriano gioca la carta del portiere in movimento che dà maggiore fluidità al gioco: al 10′ è Bertoni Rocha a beffare tutti con un gran tiro dalla distanza.

I padroni di casa avviano un pressing e sfiorano la rete al 14′ con Cirenza per poi siglare in attimo dopo il definitivo cinque a sei ancora con Pizzo.

Sembra quasi di rivedere il copione del match con il Cogianco ma questa volta l’Atletico Belvedere non si lascia sorprendere e si chiude a riccio per salvare il prezioso risultato; al 17′ De Brasi con un’acrobazia salva la sua rete dal gran tiro dalla distanza di Pizzo.

È l’ultima vera occasione del match; la sirena finale sancisce la quinta vittoria stagionale per i calabresi e l’ennesima sconfitta per l’Avis Borussia che resta fermo a quota cinque punti in classifica ovvero terzultimo posto, con il Catanzaro che rosicchia un punto agli jonici grazie al pareggio con l’Odissea2000.

Rabbia e amarezza nel commento di fine gara di mister Rocco Suriano.

 

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*