Calcio a 5: a Policoro è febbre da derby

 

suriano bommino

La gara più attesa della stagione è arrivata: venerdì sera al Palaercole di Policoro è di scena il derby jonico tra Avis Borussia e Libertas Eraclea, partita sentitissima tanto dalle rispettive tifoserie che dagli appassionati di sport del Metapontino.

Al di là della stracittadina, che appassiona sempre ed è la prima assoluta nel campionato di serie A2, la partita ha un’importante valenza anche ai fini della classifica; Avis e Libertas sono in lotta per la salvezza e non sciuperanno questa occasione per cercare di incamerare punti in vista dell’obiettivo finale.

Il Borussia Policoro ha ritrovato la via della vittoria sabato scorso, battendo il Roma Torrino a pochi secondi dalla fine.

Una strada che sembra aver invece smarrito la Libertas, a secco di punti da due settimane nonostante le ottime prestazioni viste in campo.

E questa settimana è stata caratterizzata da partenze e arrivi per entrambe le compagini: tra i biancorossi sono andati via Russo e Creaco mentre è arrivato l’italo-brasiliano Da Silva; in casa rossonera invece il portierone Taibi è andato in prestito all’Atletico Belvedere; sono stati acquistati gli italiani Sibilia e Scarnera. Il derby sarà occasione di esordio per i rinforzi delle due squadre.

Guardando ai precedenti la bilancia pende a favore della Libertas: nei quattro incontri disputati nel campionato di serie B tre hanno visto il successo dei rossoneri, uno quello del Borussia.

I mister delle due squadre non fanno mistero di puntare alla vittoria come hanno spiegato ai nostri microfoni.

[tubepress video=YqCX8EGBOC4 =embeddedWidth=”456″ embeddedHeight=”290″ showRelated=”false” title=”false”]

Fischio d’inizio, eccezionalmente di venerdì sera, alle ore 20,30. La gara sarà anche occasione di solidarietà grazie all’iniziativa ideata e promossa dall’addetto marketing dell’Avis Borussia Policoro, Tonino Pascale: sarà avviata una raccolta fondi a favore del “Centro Smile” di Policoro per acquistare alcune apparecchiature elettroniche che dovranno sostituire quelle rubate dalla struttura negli ultimi tempi.

 

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*