Calcio a 5: pioggia di gol e solidarietà nel derby tra Bernalda e AllBlacks

 

Pro Elisabetta Fusi 2

Un derby all’insegna della sportività e della solidarietà: Bernalda Futsal e All Blacks hanno dato vita ad uno spettacolo degno del palcoscenico in cui si sono affrontate e hanno interpretato alla grande i principi sportivi con una partita gagliarda e leale che ha saputo conquistare il consenso del numeroso pubblico presente al PalaCampagna.

Prima dell’inizio delle ostilità le due squadre hanno posato in una fotografia per dimostrare la solidarietà ad Elisabetta Fusi, campionessa italiana di nuoto colpita dal cancro.

La nuotatrice ha deciso di prendere con ironia la malattia e i membri delle due squadre hanno indossato una mascherina da nuoto per sottolineare la vicinanza alla sportiva romana.

Il derby bernaldese si è chiuso 8-4 in favore dei rossoblù di Masiello che si issano al secondo posto in solitario e proseguono la marcia per la qualificazione allo spareggio play-off.

L’inizio della contesa fotografa in pieno le sorti dell’incontro: il Bernalda Futsal costruisce gioco, mentre gli All Blacks, orfani di Malvasi e dell’infortunato Scardillo, stazionano in difesa pronti a ripartire.

Già dopo due minuti i padroni di casa potrebbero segnare, ma è Mianulli in scivolata a sprecare l’occasione, calciando oltre la traversa ad un metro dalla linea di porta. Lo stesso giocatore del team di Masiello è sfortunato quattro minuti dopo, visto che il suo tiro si infrange sulla traversa a Della Pioggia battuto.

Continua a costruire occasioni il quintetto rossoblù: al 7′ l’estremo difensore bianconero deve superarsi sul tentativo di Gallitelli, mentre poco dopo è capitan Caruso a saggiare la bravura del portiere avversario che si rifugia in corner. Sugli sviluppi dell’angolo successivo una palla d’oro giunge sui piedi di Plati che calcia sull’esterno della rete. Gli All Blacks non stanno a guardare e ci provano con Barnabà, ma il suo tiro dalla banda viene disinnescato dal tuffo efficace di Carella F.

Sono proprio i bianconeri a sbloccare il punteggio: al 17′ è il presidente degli All Blacks Carella P a sorprendere la retroguardia di casa con una punizione velenosa da distanza siderale. Il sorprendente vantaggio scuote il Bernalda Futsal che, in due minuti, capovolge il risultato con l’uno-due terrificante di Margarita: il numero 10 prima impatta con la complicità di Della Pioggia, poi ribalta il punteggio direttamente da calcio di punizione.

I bianconeri potrebbero pareggiare immediatamente con Ferrante che si divora il gol calciando clamorosamente a lato il pallone servitogli dal pregevole colpo di tacco di Calabrese. Dall’altra parte pericolosissimo il giovane Paradiso che ci prova in tre occasioni ravvicinate, ma la mira è imprecisa.

Al 26′ gli All Blacks commettono il sesto fallo e i padroni di casa possono usufruire di un tiro libero: sul dischetto si presenta Mianulli che trafigge Della Pioggia e cala il tris che chiude la prima frazione. La ripresa si apre con il quarto gol per il Bernalda Futsal: Mianulli arpiona la palla a metà campo e avvia un contropiede micidiale, finalizzato da Gallitelli sul secondo palo. I rossoblù sono inarrestabili: al 6′ è sempre Gallitelli ad andare a segno con un’azione fotocopia della precedente, stavolta su invito preciso di Plati, mentre al 13′ è lo stesso presidente-giocatore a firmare la sesta marcatura con un destro potente che batte Della Pioggia.

La partita è in ghiaccio, ma gli All Blacks tentano di riaprire le sorti del match: è Calabrese a suonare la carica, ma la sua fucilata da fuori si stampa sul legno e torna in gioco. Solo al 26′ Braico riesce a siglare il secondo gol del match, con un colpo di testa su servizio di Ferrante che sorprende il neoentrato Carrieri.

Tre minuti dopo è Narciso ad accorciare il risultato: il giovane giocatore bianconero approfitta di un pasticcio difensivo degli avversari per depositare il pallone nel sacco e realizzare il primo gol stagionale. Nei tre minuti di recupero non mancano gol ed emozioni: nel primo Gallitelli deposita comodamente in rete l’assist al bacio di Paradiso, mentre nell’azione successiva il giovane assist-men indossa la veste di bomber e, con un tiro al volo in area, va ad incastonare il pallone nell’angolino alto della porta di Della Pioggia, meritandosi gli applausi del divertito pubblico bernaldese. L’8-4 finale porta la firma dell’esperto Braico che ruba palla alla difesa di casa e batte ancora l’incolpevole Carrieri, chiudendo così un match combattuto, ma vinto meritatamente dai padroni di casa che fanno un passo ulteriore verso la conquista dello spareggio promozione.

Il triplice fischio del direttore di gara consegna certezze in casa Bernalda Futsal che ora occupa il ruolo di vice-capolista in solitario e, con due partite ancora da disputare, è in piena lotta per la qualificazione ai play-off promozione.

Mister Masiello, nonostante il quadro positivo, non è soddisfatto al 100%:”Sinceramente non è la partita in cui mi sono divertito di più, contrariamente all’opinione di molti che hanno apprezzato il nostro gioco: questa mia insoddisfazione è fonte di stimoli per il lavoro settimanale e martedì mi presenterò al gruppo con la voglia di migliorarli ulteriormente. Al di là del derby, siamo comunque in una fase positiva della nostra stagione: da quando abbiamo accettato di non poter più vincere il campionato, la squadra si è liberata e finalmente si esprime su alti livelli. Non possiamo più pensare al passato, ma dobbiamo proiettarci al futuro con la voglia di essere protagonisti e cercare di affrontarlo con la massima determinazione possibile”.

Donato Gallitelli, protagonista con una tripletta che ha spianato la strada per la vittoria finale, commenta così il quarto derby stagionale: ” Nonostante la differenza di classifica, i derby offrono stimoli ed emozioni non indifferenti e sul campo gli All Blacks hanno affrontato la partita con giusta determinazione e voglio complimentarmi con loro per la bella gara. Per quanto riguarda la partita, nel primo tempo il nostro giro palla non è stato dei migliori per merito dell’ottima impostazione difensiva degli avversari. Con il trascorrere dei minuti la nostra prestazione è cresciuta e portiamo a casa tre punti meritatissimi. Il lavoro del mister e del suo staff tecnico sta portando i suoi frutti e oggi avremmo addirittura potuto festeggiare il primato in compagnia del Lagonegro se non ci fossero state alcune vicende sfortunate. Da questo punto di vista c’è grande rammarico, ma allo stesso tempo una voglia incredibile di conquistare la promozione attraverso lo spareggio. Non posso non sottolineare la grande risposta della città di Bernalda che ha riempito il PalaCampagna e reso appassionante questo pomeriggio di sport”.

In casa All Blacks soddisfazione per la buona gara da parte del presidente Pietro Carella: “Prima di analizzare la partita ci tengo a sottolineare la grande sportività delle due squadre sul parquet e la straordinaria presenza di pubblico al PalaCampagna. Va premiato anche il grande impegno del presidente del Bernalda Futsal Alfredo Plati che, con grande dedizione, sta portando avanti un progetto sportivo molto ambizioso e che sul campo sta ottenendo importanti risultati. Noi abbiamo cercato di rimanere in partita e ci siamo riusciti per buona parte della prima frazione: poi è venuta a galla la maggiore qualità e organizzazione di gioco della squadra di Masiello e c’è stato poco da fare. La prossima partita per noi è fondamentale: affronteremo in casa la Stella Azzurra e, in caso di una nostra vittoria, potremo festeggiare la salvezza matematica davanti ai nostri tifosi. Voglio concludere sottolineando la bella iniziativa propostaci da mister Masiello e da noi sposata in favore di Elisabetta Fusi”.

 

Chi è Elisabetta Fusi: è una ex campionessa di nuoto con numerose presenze nella nazionale italiana che dallo scorso ottobre combatte contro il cancro. Secondo Elisabetta “Ci sono tre modi di reagire, quando ti viene detto che hai il cancro: puoi compiangerti, lottare oppure prenderlo per i fondelli» e la nostra campionessa ha scelto il terzo: prendere per i fondelli una malattia che spaventa tutti. La nuotatrice ha iniziato a pubblicare tramite i social network alcune foto divertenti in seguito all’operazione subita: la più bella è quella che la ritrae con gli occhialini da piscina e, sul cranio, la bandiera dell’Italia disegnata al posto dei capelli caduti per la chemio. La foto ha fatto il giro del mondo: personaggi sportivi e della tv hanno iniziato una gara di solidarietà per sostenere la battaglia di Elisabetta: anche noi del Bernalda Futsal, insieme agli amici All Blacks, abbiamo deciso, durante il derby, di dare il nostro sostegno ad Elisabetta facendo una foto INSIEME e indossando gli occhialini da piscina, proprio per dare coraggio e solidarietà a tutte le persone e alle famiglie colpite da questo male e sottolineare l’ironia con cui Elisabetta combatte la sua battaglia. FORZA ELISABETTA, BERNALDA è CON TE!

 

 

Post correlati

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*