Calcio a 5: Libertas Eraclea fermata in amichevole a Rossano

Odissea 2000 - Libertas Eraclea

Nuova amichevole per la  Libertas Eraclea, neo promossa nel campionato di serie A2 di calcio a 5.

Test utile e probante per Cospito e compagni, malgrado l’incontro sia

stato infausto per il risultato finale che alla fine ha premiato l’Odissea 2000, altra formazione neopromossa e più avanti con la preparazione rispetto ai rossoneri.

A parte i progressi messi in mostra dagli uomini di Bommino ci sarà ancora tanto da lavorare per eliminare qualche errore individuale di troppo.

La Libertas, quasi rivoluzionata rispetto alla scorsa stagione, sta gradualmente trovando un’identità di squadra.

Le prossime amichevoli saranno propedeutiche a questo scopo.

Il prossimo impegno per i lucani sarà sabato prossimo 28 settembre a Corigliano Calabro contro il Pasta Pirro.

Cronaca. L’equilibrio dell’incontro viene spezzato al 5′ dalla rete di Sapinho su azione di ripartenza per uno a zero in favore dell’Odissea.

Al 9′ giunge il pari della Libertas: bordata di Taibi dalla media distanza, Noro intercetta la palla, effettua un sombrero sul diretto avversario per poi calciare un mortifero diagonale sotto l’incrocio.

La gioia rossonera, però, dura poco perchè, una manciata di secondi più tardi, il violento diagonale di Russo colpisce la traversa e si incassa per il 2-1 calabrese, risultato con il quale termina la prima frazione.

Nella ripresa (al ‘8) i rossoneri agguantano nuovamente il pareggio: al culmine di una bella azione manovrata il diagonale di Ortiz passa sotto le gambe del portiere Soso e si spegne nel sacco per il 2-2.

All’11’ un grande mancino di Eric si spegne nel sette per il nuovo vantaggio

(3-2) dei padroni di casa.

Un minuto dopo, invece, una sfortunata deviazione di Cospito su corner dei gialloblu inganna Moranti (subentrato a Taibi) per il 4-2 finale.

LIBERTAS ERACLEA a Rossano Calabro: Taibi, Ortiz, Dipinto, Rotondo,

Bassani, Cospito, De Paola, Fracasso, Bavaresco, Cao Pelentir, Noro, Corbino, Moranti, Amatulli. All. Bommino

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*