Calcio a 5: Leo Tuoto è il nuovo allenatore della Libertas Eraclea

Leo Tuoto

Arriva il nuovo tecnico per la Libertas Eraclea, società che milita nel campionato di serie A2 di calcio a 5.

Attraverso una nota la dirigenza jonica ha annunciato l’ingaggio di Leo Tuoto, che succederà sulla panchina rossonera all’uscente Angelo Bommino.

Il nuovo coach rossonero, malgrado la giovane età (41 anni), vanta una lunga esperienza nei campionati di C1 e serie B. La carriera di Tuoto inizia nel 1998 sulla panchina del Città di Cosenza (C1), dove conquista la promozione in serie cadetta nel 2000-01.

Nella stagione successiva viene riconfermato anche in B restando con i “lupi” per due campionati. Nel 2003 la chiamata del Mediocrati calcio a 5 di Bisignano caratterizzate da una stagione esaltante di C1, suggellata dalla promozione, e le seguenti in cadetteria.

Le quotazioni del giovane tecnico salgono tanto da attirare le attenzioni della Licogest Vibo Valentia (serie B) che lo ingaggia nel 2004. Passano tre anni, siamo nell’annata 2007-2008, quando Tuoto riesce a conquistare i play off per la A/2 sulla panchina del Tasso Fisso Catanzaro.

Il sogno promozione sfuma ma l’impresa è solo rimandata perchè nel 200809 da “cavallo di ritorno” nella Licogest Vibo ottiene la promozione in A2. Il resto è storia recente con le panchine di Carpe Diem Cosenza (C1), Odissea Rossano e Mirto, dove nella scorsa stagione ha raggiunto la permanenza in B. Ora l’occasione della vita alla guida della Libertas in serie A2 e una “successione” pesante, quella di mister Bommino.

“Ereditare la panchina di mister Bommino – afferma Tuoto – non può che stimolarmi, anzi sono consapevole di allenare un gruppo che ha solide basi grazie al lavoro svolto dal mio predecessore”.

Non sarà facile visto i tanti giovani presenti in organico alla luce della nuova politica societaria ma il neo tecnico non è intimorito dalla “sfida”: ”Questo tipo di filosofia mi è sempre piaciuta. Gradisco lavorare con i giovani, perché hanno una gran voglia di apprendere e migliorare.

Mi chiedete se credo nella salvezza ? Vi rispondo con molta semplicità: sono certo che questo gruppo può salvarsi attraverso il lavoro e l’umiltà”. Ad ogni buon conto un dato oggettivo è la rosa ristretta attualmente a disposizione; il mercato in corso però può rappresentare la panacea: “la società sa bene che dovrà ampliare la rosa. E’ necessario trovare l’atleta giusto. In buona sostanza quel giocatore che possa effettivamente dare una mano a questo gruppo giovane ma forte. Chi conosco dei rossoneri? Da ex portiere ho affrontato da avversario (alla guida del Mirto ndr) quel mostro di Taibi ma non vedo l’ora di conoscere le qualità di tutti”.

Il pensiero finale è dedicato ai ringraziamenti di rito e al saluto alla tifoseria: “Colgo l’occasione per ringraziare tutta la società per l’opportunità che mi ha dato. Spero di ricambiare la fiducia. Un particolare saluto va a tutti i tifosi della Libertas: abbiamo bisogno del loro calore. I nostri supporters possono aiutarci a correre di più e a vincere il sabato, mi auguro di poter dare loro tante soddisfazioni”.

Foto: ilcalcioa5.com

 

Post correlati

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*