Calcio a 5: in casa Libertas torna Cesare Rispoli

Cesare Rispoli con la maglia della Libertas Scanzano

Dopo Osvaldo Stigliano e Francesco Dartizio rientra alla Libertas Eraclea anche “l’imperatore” Cesare Rispoli.

Anche lui lascia dopo una sola stagione la società di calcio a 5 di Policoro, per rientrare nei ranghi della ex.

Con questo importante acquisto l’ossatura della squadra si sta facendo via via più solida; la società sta creando poco a poco una squadra che sarà in grado di dare parecchi grattacapi alle sue avversarie sia dal punto di vista della qualità tecnica sia da quello del carattere.

Il direttore sportivo della Libertas Eraclea Leonardo Todaro commenta così: “Sono felicissimo del ritorno di Rispoli, che ho voluto fortemente. Ritengo Rispoli il mio più grande acquisto in questa sessione di mercato per la Libertas, perché so bene quello che può dare e sono certo che sarà decisivo per i nostri obiettivi. Ricordate queste mie parole: Rispoli decisivo”.

“La mancanza di empatia con la società, in particolare con la dirigenza societaria, mi ha fatto decidere di lasciare l’Avis Borussia” spiega Rispoli.

“Ho instaurato un ottimo rapporto con mister Suriano, con il capitano Alfredo Grandinetti e con Giovanni Serio, e vorrei ringraziarli di cuore. Purtroppo questo non è sufficiente a superare il fatto che la società sia stata con me meno accogliente di quello che mi aspettavo e forse mi meritavo.

Sono tornato alla Libertas innanzittutto perchè ci ho già giocato per diversi anni. Inoltre ho da sempre un ottimo rapporto con la dirigenza: sia con il ds Leonardo Todaro sia con il presidente Nicolino Todaro. Con loro mi sono sempre sentito importante e molto gratificato, soprattutto questa estate quando Leonardo mi ha molto cercato perché tornassi.

Abbiamo la possibilità di fare un buon campionato: siamo un bel gruppo affiatato, con bei giocatori. Credo che bisognerà concentrarci molto sulla salvezza, che è l’obiettivo primario, perché è un campionato difficile. Poi se verrà qualcosa di più, tanto meglio!

Senza dubbio il mio contributo principale sarà l’esperienza. E non solo nel campo anche fuori dal campo: dopo 22 anni di calcio a 5 voglio aiutare a crescere i più giovani, dando loro sicurezza e mestiere di fronte alle difficoltà. In più con me ci saranno anche Stigliano e Dartizio, con i quali gioco da tantissimi anni e che sono miei grandi amici: porteremo la squadra per mano nei momenti difficili.

Mi è dispiaciuto molto non poter aiutare la Libertas nello scorso campionato, in un momento difficile. Ho comunque seguito tutta la stagione e molte partite dagli spalti del Palaercole. Perchè con Leonardo Todaro e con tutta la dirigenza ci lasciati in assoluta tranquillità la scorsa stagione”.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*