Cala il sipario su “Policoro in Swing”

CIMG2791

Dopo gli appuntamenti sul lungomare e le tre serate al Parco dei Giardini Murati, che hanno riscontrato un grande successo di pubblico, cala il sipario sulla seconda edizione di “Policoro in Swing”.

Domenica sera l’evento conclusivo è al lido, all’Oro Hotel con il concerto, con inizio alle 22 di Singing on Swing la band barese capeggiata da Lello Scazzariello. Dj set: Dj Lucie Q Djette, Dj Lalla Hop, Dj Arpad.

Venerdì mattina grande interesse ha destato la “Hercules, blowing in the swing”, la regata a ritmo di musica che si è svolta nelle acque antistanti il Circolo Velico Lucano.

Ad accompagnare la competizione velica il gruppo The Club Swing Band ma anche un musicista d’eccezione che si è esibito con la sua band in uni dei concerti al Parco dei Giardini Murati, il maestro e trombettista Carlo Capobianchi. Insieme a lui c’era anche il chitarrista Gino Cardamone. Sulle note del celebre “When the saints go marchin’ in . . .” i musicisti, insieme ai partecipanti della regatta velica e agli organizzatori dell’associazione cultural Alia, hanno lasciato la spiaggia salendo sulle imbarcazioni. Una manifestazione che, per la sua originalità, ha creato notevole interesse, attirando centinaia di bagnati. Tra i protagonisti di “Policoro in Swing” ci sono anche i tre dj Dj Lucie Q Djette, Dj Lalla Hop, Dj Arpad.

DJ Arpad  è il fondatore del duo “The Church of Fonzie”.  La passione per la musica lo porta a sviluppare delle serate che spaziano dallo Swing anni 40 al Rock n’Roll/ Jive/ R&B Rockabilly e Doo Wop. Spesso in coppia con la dj ette e organizzatrice di serate Lalla Hop.

Dj Lalla-Hop che si cimenta nell’organizzazione e realizzazione di serate ed eventi interamente dedicati alla musica e ai balli dell’America degli anni 40 e 50. Poliedrica e frizzante, passa, ballando, dalla pista alla consolle dove seleziona musica swing dagli inizi degli anni 40 per arrivare al pieno rockabilly della fine degli anni 50. Una sua creatura anche il “Roma Say’Swing”, rassegna swing interamente dedicata alla musica e ai balli America anni 40. Conta collaborazioni con artisti europei ed americani, band di rilievo nazionale e già testimonial in diversi festival italiani. In più è ideatrice e conduttrice della trasmissione radiofonica “Rock Around The Clock” diretta settimanale sull’America degli anni 50 in programmazione su Radio Città Aperta.

Lucie Q Djette, a Roma la conoscono tutti. Nell’ultimo anno si è tenuta occupata, animando decine di serate, in piccole situazioni amichevoli come nei grandi eventi con ospiti internazionali. Che si tratti dei grandi classici che facevano impazzire i Lindyhoppers al Savoy, o le nuove sonorità dai marciapiedi di New Orleans, mette solo pezzi che ama e che balla. La si può trovare in rete, con i Roman Lindy Hoppers, a chiacchierare di blog, video, traduzioni, o al Forte Prenestino a Roma, dove ha co-fondato un progetto di diffusione e condivisione popolare dei balli e della musica della Swing Era. A fine serata ingaggia sempre interminabili conversazioni sulla scena, la storia, le persone, impossibile scindere la “lindy-nerd” dalla Dj.

Per l’Hercules Camp dalle 10 attività nautiche e sportive e dalle 11 musica anni ’40 e ’50 e dj set.

Dalle 11.30 alle 13.30 e dalle 16 alle 18 invece, sono in programma all’Oro Hotel e al Villaggio Oasi d’Oriente le lezioni di Lindy hop.

Post correlati

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*